Chi abita in Emilia Romagna e ancora non è andato in vacanza, o più semplicemente ha ancora qualche giorno a disposizione per godersi gli ultimi sprazzi d’estate in un momento finalmente tranquillo “cade in piedi” qualunque sia la sua decisione: la regione è infatti ricca di possibilità e di attrattive per chi decide di organizzare ferie “a chilometro zero” (scelta condivisa da molti italiani quest’anno), e al contempo è ben collegata con innumerevoli mete nazionali e internazionali.

Situata in una posizione felice, a segnare una sorta di ideale confine fra il Nord e il Centro Italia, l’Emilia Romagna è servita con efficienza dalle linee ferroviarie dell’alta velocità, e l’aeroporto di Bologna è ultimamente in forte crescita: si attesta attualmente settimo in Italia per traffico di passeggeri. Come tutti gli aeroscali italiani è stato – ovviamente – molto penalizzato negli ultimi mesi a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza Covid-19; già in luglio, tuttavia, ha registrato una notevole crescita di passeggeri rispetto al mese precedente, complici i notevoli investimenti attuati per incrementarne la sicurezza in questo momento ancora molto critico.

Partire organizzati dall’aeroporto di Bologna

Cercare un volo verso una destinazione appetibile che parta da Bologna è dunque tuttora una scelta possibile senza rinunciare alla propria tranquillità: purché si presti attenzione alle norme e alle restrizioni adottate nella meta prescelta (in questo senso è utile fare riferimento al sito Viaggiare Sicuri) e ci si informi in modo approfondito sui voli disponibili e sulle misure adottate dalla compagnia aerea di riferimento, senza ovviamente tralasciare un’intelligente ricerca online sulla soluzione di parcheggio Bologna aeroporto più conveniente, in modo da risolvere il problema “posto auto” ancor prima di partire.

MyParking è un sito presente online da oltre dieci anni che può risultare molto utile per assicurarsi un parcheggio ancora prima di partire e a prezzi vantaggiosi, in quanto riunisce numerose strutture situate nelle immediate adiacenze dell’aeroporto che propongono un servizio di qualità e che dispongono di navette attive 24 ore su 24: in questo modo è possibile arrivare in aeroporto con il giusto anticipo e sottoporsi con tutta calma ai controlli sanitari previsti in questo momento.

Da Bologna partono voli per mete estive sempre molto apprezzate e in questo momento particolarmente ricche d’attrattiva: superato il picco dell’altissima stagione i prezzi delle soluzioni di alloggio tendono a scendere, e soprattutto vanno scemando i “pienoni” di turisti tipici del periodo compreso fra luglio e agosto. Fra le destinazioni ancora tipicamente estive ritroviamo Puglia, Sicilia, Calabria e Sardegna, ma anche Grecia (Atene, Salonicco, Kos) e Spagna (Valencia, Madrid, Ibiza, Palma di Maiorca). Sono inoltre raggiungibili capitali europee come Londra, Parigi e Vienna che, ora che i picchi di caldo sono superati, possono essere visitate con particolare agio.

Attenzione, però. Dal 20 agosto anche presso lo scalo bolognese è stata attivata la sperimentazione dei tamponi per i passeggeri in arrivo da Croazia, Grecia, Malta e Spagna residenti a Bologna o nei Comuni della città metropolitana: tamponi che andranno però preventivamente prenotati facendo riferimento a un link indicato sul sito dell’aeroporto.

Via dalla pazza folla…a due passi di casa

L’avvicinarsi dell’autunno e le recenti notizie di contagi e focolai registrati in luoghi di vacanza particolarmente gettonati potrebbero poi indurre chi ancora deve godersi le ferie a progettare soluzioni particolarmente prudenti e tranquille, optando per soluzioni a chilometro zero e tenendosi alla larga dalle zone più turistiche (riviera romagnola compresa!). Perché, allora, non pensare a una “riscoperta” dell’appennino emiliano?

L’Appennino Bolognese, in particolare, è ricco di parchi particolarmente interessanti dal punto di vista naturistico e ambientale: da quello dell’Abbazia di Monteveglio a quello di Montovolo-Vigese, dal Parco regionale storico di Monte Sole a quello dei laghi Suviana e Brasimone.

Prendendo in considerazione un’area a più ampio raggio, tutto l’Appennino emiliano può rivelarsi un paradiso sia per chi è in cerca della solitudine e del relax più assoluto, sia per chi, pur in sicurezza, preferirà dedicarsi a una vacanza attiva, cimentandosi con rigeneranti esperienze di trekking. Le zone da tenere d’occhio? I Colli Piacentini, con Bobbio e le suggestive valli confinanti con la Liguria; l’Appennino Parmense, ricca di borghi medievali e nota per le sue specialità gastronomiche eccellenti, così come quello Reggiano; e infine le zone di Frignano e del Porrettese, in cui, con l’inizio dell’autunno, i boschi si tingono di colori spettacolari.