Composto dal ventisettenne Igor Markevitch (1912-1983), quando già era all’apice delle sue capacità creative, “La Taille de l’Homme” (“La Misura dell’Uomo”- 1938/39), è un lavoro per un complesso di virtuosi (soprano, pianoforte, violino solo, violoncello solo, contrabbasso solo, flauto, fagotto, tromba obbligata, oboe, clarinetto basso, corno inglese ed archi), suddiviso in 6 sezioni, che meriterebbe di diritto un posto stabile nel repertorio corrente, nonostante il suo stadio d’incompletezza (la seconda parte non venne mai composta).

Il libretto fu scritto dallo svizzero Charles-Ferdinand Ramuz, già autore, tra le altre cose, del testo de “L’Histoire du Soldat” d’Igor Stravinski. La partitura di questo lavoro di Markevitch, potente evocazione dei vari stadi della vita dell’uomo, legati all’alternarsi delle stagioni, fu a lungo ritenuta persa, finchè non venne rinvenuta fra le carte dell’insegnante di composizione del musicista ucraino, ossia la parigina Nadia Boulanger (1887-1979).

Questa musica pregevole, in onda nella puntata di giovedì 7 luglio al consueto orario, viene proposta nell’unica registrazione esistente, ossia quella effettuata dal 23 al 26 giugno ’97, al Musis Sacrum di Arnhem in Olanda, con il soprano Lucy Shelton ed elementi della locale orchestra filarmonica, diretti da Christopher Lyndon-Gee, incisione uscita originariamente nel 2001 per la Marco Polo e ristampata nel 2010 dalla Naxos Records.

“Un tocco di classico” va in onda ogni giovedì alle ore 24, su Radio Città Fujiko, in streaming ed in fm 103.1 mhz.

—- Gabriele Evangelista —- 

Articolo precedenteOvunque, esplorazioni cromatiche del mondo Queer
Articolo successivoSka In The World Records