Film americano del ’58, girato però interamente in Europa e principalmente in Norvegia, “The Vikings” (“I Vichinghi”), per la regia di Richard Fleischer, si avvalse del prestigioso commento musicale di Mario Nascimbene (1913-2002), allievo d’Ildebrando Pizzetti e non nuovo a grandi produzioni di livello internazionale. Dopotutto si era ancora nel periodo aureo della cosiddetta “Hollywood sul Tevere” (1950-1965) che, per motivi soprattutto fiscali, attirava gli americani come mosche al miele, i quali bazzicavano assai agevolmente per il vecchio continente, allora considerato il mercato più importante. Difatti la colonna sonora originale venne registrata in Italia e precisamente proprio a Roma, con i complessi dell’Accademia di Santa Cecilia incisivamente diretti da Franco Ferrara.

“I Vichinghi” fu il settimo dei 19 film complessivamente realizzati dalla Bryna Production, casa fondata dall’attore americano Kirk Douglas, il quale invitò Nascimbene ad incontrarlo a Monaco di Baviera, assieme al produttore Jerry Bresler ed al supervisore al montaggio Elmo Williams, essendo il regista Richard Fleischer già rientrato nel frattempo negli Stati Uniti per lavorare ad un altro progetto.

Nella sua autobiografia “Un musicista mio malgrado”, egli dichiarò a proposito de “I Vichinghi” che la relativa musica “mi portò molta gioia e prestigio, ma anche una certa stanchezza nel dedicarmi al genere epico. Un paio d’anni dopo, mi trovavo a Madrid a lavorare su “Salomone e la Regina di Saba” e ricevetti un telegramma da Kirk Douglas che diceva: ‘Per favore, venga immediatamente. Ho bisogno di lei per le musiche del mio nuovo film, Spartacus.’ Era impossibile, poichè avevo altri impegni.” Rifiutò anche un’offerta non genuina da parte di Samuel Bronston per musicare “El Cid” nel ’61, poichè in realtà quest’ultimo voleva fin dall’inizio Miklos Rosza. Ritornò al genere epico nel ’64, con “Barabba”, nuovamente con la regia di Richard Fleischer.

L’edizione de “I Vichinghi” proposta nella presente puntata, è una nuova registrazione della partitura integrale originale, con l’aggiunta d’un paio di brani in versione alternativa, effettuata nel giugno e nell’agosto del 2018, agli Smecky Music Studios di Praga, dal Coro e dall’Orchestra Filarmonica della Città di Praga, diretti da Nic Raine, per la Prometheus.

“Un tocco di classico” va in onda ogni giovedì alle ore 24, in streaming ed in fm 103.1 mhz.

—- Gabriele Evangelista —-