Favola gotica a lieto fine con rogo purificatore, tratta da un racconto di Daphne Du Maurier, primo film americano d’Alfred Hitchcock, “Rebecca” (1940), si avvale di una colonna sonora di particolare rilievo, affidata a Franz Waxman (1906-1967), cognome originario Wachsmann, uno dei tanti transfughi prestigiosi dall’Europa nazificata, che andarono ad arricchire il panorama hollywoodiano.

Fra le tante colonne sonore da lui realizzate, “Rebecca” era la prediletta, quella che gli aveva procurato maggiori soddisfazioni, nonostante avesse avuto una sola nomination. Innovativa per l’uso allora abbastanza inconsueto di strumenti elettronici, con passaggi armonicamente instabili, che ben contrastano col rovente romanticismo espresso da un’orchestra tipicamente tardoromantica. Le orchestrazioni vennero realizzate da Leonid Raab, Joseph Nussbaum, oltre che da Waxman medesimo. La colonna sonora originale venne registrata a Culver City in California, dall’8 al 10 marzo ’40. Ne venne poi tratta una fortunata suite da concerto.

Quella proposta nella puntata del 28/5 è una moderna reincisione di 72 minuti, sui 124 originari, di queste musiche, con l’esclusione soprattutto dei brani tratti da musiche di Max Steiner, fatti inserire dal produttore David O. Selznick (la sigla iniziale, suo tipico marchio di fabbrica, è ad opera di Alfred Newman) in seno alla colonna sonora originale, realizzata nella Sala da Concerto della Radio Slovacca di Bratislava, dall’8 all’11 novembre 1990 e dal 30 gennaio al 7 febbraio ’91, dall’Orchestra Sinfonica della Radio Slovacca, diretta dal sig. Adriano di Zurigo, col violino solista di Viktor Simcisko, per la Marco Polo / Naxos.

“Un tocco di classico” va in onda ogni giovedì alle 24 in streaming ed in fm 103.1 mhz.

—- Gabriele Evangelista —-