I servizi all’infanzia 0-6 anni per i residenti nel territorio bolognese

un progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile

In un anno come il 2020 che ci ha messi alla prova sotto molti aspetti, c’è una luce che non ha mai smesso di brillare. Sono le persone che si occupano dei cosiddetti «invisibili», le nuove comunità residenti nella città di Bologna.Trame Educative è un progetto attivo dal 2018, rivolto ai bambini di età compresa tra 0 e 6 anni ed ai loro genitori. L’iniziativa del Comune di Bologna è stata voluta tra gli altri dalla Cooperativa Quadrifoglio, la Cooperativa Carovana, la Fondazione Villa Ghigi, il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna e le Associazioni Antinea, A.M.I.S.S., I.R.E.S.S. e Baobab. L’obiettivo primario è quello di azzerare la marginalità delle persone in uscita dalla povertà, rafforzandone i legami sociali attraverso servizi educativi di vario genere: dagli asili nido alle scuole materne e non solo.Le svariate attività di Trame Educative sono consultabili al sito www.trameducative.it  e non sono cessate neanche nel periodo di lockdown. Infatti laddove è stato possibile, le attività in presenza si sono trasformate in percorsi a distanza: lo sportello psicologico con i genitori, la condivisione di brevi filmati di piccole attività da svolgere in natura, i laboratori ludici attraverso piattaforme digitali, il sostegno alle neo mamme e a quelle in attesa, i video di psicologi e pedagogisti tradotti in lingua araba, inglese francese e urdu, sono solo alcuni esempi dell’offerta proposta da Trame. Per maggiori informazioni è possibile inviare una mail all’indirizzo trame.educative@coopquadrifoglio.it

Camilla Tullini