Dal 29 ottobre al 5 novembre torna Gender Bender, il festival sull’identità di genere. I 150 anni dell’Unità d’Italia riletti con la prospettiva de “La Traviata Norma”.

La nona edizione di Gender Bender, festival internazionale sull’identità di genere organizzato dal Cassero, andrà in scena dal 29 ottobre al 5 novembre a Bologna.
La ricca agenda prevede presentazioni di libri, proiezioni, dj set, concerti, party notturni, spettacoli di danza e installazioni d’arte.
L’iniziativa che ha la sua residenza al Cassero gay lesbian center coinvolge numerose altre attività bolognesi, solo per citare alcuni nomi: Il cinema lumiere e DMS-CIMES, l’Arena del Sole, Il Mambo, l’Estragon.
Sei le sezioni del festival per altrettante forme artistiche: arti visive, arti perfomative, cinema, conversazioni, music & party e soggettiva.

La riflessione è incentrata sui punti di vista di alcuni artisti che, con un approccio libero, gettano lo sguardo su un Paese, l’Italia, socialmente al collasso.
Come sempre si tenta di andare oltre la “norma”: “Gender Bender è La Traviata Norma – spiega il direttore artistico Daniele Del Pozzo – perché a volte solo traviando vecchie regole e stanche consuetudini è possibile trovare un nuovo slancio e delle risposte inattese”-

Marco Selva