Dal 16 al 19 agosto a Castignano, piccolo borgo medievale marchigiano, un grande appuntamento per gli amanti della storia medievale e delle rievocazioni.

Templaria: la Rievocazione storia di Castignano

Dal 16 al 19 agosto a Castignano, in provincia di Ascoli Piceno, va in scena la 13^ edizione di “Templaria“, una delle rievocazioni storiche più importanti e suggestive delle Marche e dell’intero Stivale. Non a caso le due precenti edizioni hanno ottenuto il patrocinio rispettivamente di Ministero dei Beni Culturali e Presidenza del Consiglio dei Ministri.
All’interno del pittoresco borgo Piceno, rinomato per aver mantenuto quasi inalterate le caratteristiche medievali originarie del centro storico, i famosi “cavalieri rosso crociati” tornano protagonisti di un evento che richiama migliaia di persone.

Come infatti si intuisce dal nome, la manifestazione rievoca i Templari, ordine monastico militare che lasciò testimonianze nella storia, nell’economia e nella tradizione del paese, ancora oggi tangibili. I cavalieri, infatti, pregavano nella locale chiesa di Santa Maria e realmente procedevano sulla via dei Templari, che ancora oggi esiste nella piccola cittadina.

Più che la grande partecipazione di pubblico e l’imponenza degli spettacoli colpiscono i numeri: 12 mila presenze nell’arco delle 4 serate, 800 persone coinvolte nella manifestazione, di cui circa 200 artisti provenienti da tutta Italia divisi in 28 compagnie teatrali, cui si aggiungono 600 volontari locali, che sin dalla prima edizione rappresentano il cuore e l’anima della manifestazione.

Milites Christi: l’eredità“, questo il tema dell’edizione 2012, pensato ed approfondito dalla professoressa Maria Grazia Lopardi, profonda conoscitrice del tema.
Numerose le novità di quest’anno, tra cui va ricordata una serie di convegni a tema che si svolgeranno in ognuna delle quattro serate del Festival, presieduti da storici e scrittori esperti della materia, di fama nazionale.
Non solo teoria, però, anche molta pratica. Durante la manifestazione, infatti, ci saranno numerose rievocazioni storiche, la ricostruzione degli antichi mestieri e anche possibilità di ristoro con piatti caratteristi medievali.

Ascolta l’intervista a Maria Grazia Lopardi, autrice di Il Graal Custodito dai Templari – La luce del cielo notturno, (ed.Arkeios)

Per visionare il programma completo e le possibilità di accoglienza, vi consigliamo di visitare il sito www.templaria.it o la pagina Facebook “Gruppo Templaria Festival“.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61