La rivoluzione si fa in tanti. La rivoluzione si fa insieme. La love revolution si fa anche con la musica. Quest’anno, la rivoluzione si fa a Sziget Festival!

SIAMO TUTTI DIFFERENTI: PROVENIAMO DA POSTI DIVERSI NEL MONDO, PARLIAMO LINGUE DIVERSE, CREDIAMO IN RELIGIONI DIVERSE, ABBIAMO COLORI DELLA PELLE DIVERSI, ABBIAMO INTERESSI E GUSTI DIVERSI. TUTTAVIA, QUANDO SIAMO INSIEME REALIZZIAMO CHE LA DIVERSITÀ CI UNISCE ED È POSSIBILE CAMBIARE L’AMBIENTE CHE CI CIRCONDA!

È questo l’incipit del viaggio che consigliamo ad ogni amante della musica, ma non solo. Sziget Festival, nato ben 26 edizioni fa come rassegna musicale locale è diventata sempre più grande e internazionale, sino ad assumere la forma del festival più popoloso e amato in Europa. Sziget si sviluppa, per una settimana all’anno, nell’isola di Obuda che fende il fiume Danubio e guarda la città dall’acqua. Un’intera isola che si fa luogo di rivoluzione.

Per chi ha già vissuto questo movimento d’amore quello che raccontiamo è cosa nota, ma per chi ancora non ne sa nulla è ora di scoprire di cosa si tratta. Dall’ 8 agosto inizia la programmazione musicale, teatrale, performativa, cinematografica e sportiva del festival. All’interno dell’isola si può fare attività dalla mattina sino all’alba, ma c’è anche la possibilità di rilassarsi nell’area chill out, in mezzo agli alberi o immersi nelle acque del fiume. Nell’intera isola ci sono palchi dedicati a diversi tipi di musica: oltre al main stage, dove si esibiscono gruppi e artisti di fama internazionale, ci sono spazi dedicata alla world music, all’hip hop, l’arena dove tirare tardi e vedere l’alba, il palco della spiaggia di sziget, uno spazio dedicato solo ai musicisti europei e tanto, tantissimo altro. Tra un concerto e l’altro, a vostra scelta, potrete scoprire il circo e le proposte performative che troverete nell’area circus oppure in giro per le strade dell’isola. E se siete degli innegabili sportivi non preoccupatevi: l’isola della love revolution ospita campi da calcio, calcetto, volley, una torre per il bunjee jumping o lezioni di yoga per rilassarsi. Non solo, Sziget lancia ogni anno un contest per artisti che espongono le proprie opere tra la natura dell’isola: anche quest’anno incapperete in sculture, performance, oppure se siete dei cinefili non dovete perdere i film nel cinema all’aperto.

Se volete sentirvi un po’ più a casa potete anche scegliere dove dormire: il biglietto del festival vi garantisce il campeggio libero in ogni anfratto di Obuda-sziget, ma ci sono anche aree dedicate al campeggio organizzato: è il caso di Aperò, Siesta e Alternativa, orientati rispettivamente alla musica e alle proposte francesi e italiane. All’interno dell’area campeggio è allestito infatti anche un palco dove artisti nazionali si turneranno in live per i propri fan. Per le famiglie o per chi preferisce soluzioni meno avventurose della tenda e sacco a pelo è possibile anche campeggiare più comodi: dall‘area camper alle casette di legno, ma anche l’eco camping pensato per ridurre al minimo l’impatto ambientale sull’isola.

Per scoprire tutto il programma, i concerti e tutto quello che c’è da sapere continua a leggere l’articolo.