Cosa fare stasera a Bologna: last minute. Contenitore culturale e agenda degli eventi in città.

STASERA A BOLOGNA: LETTERATURA

Librerie coop Ambasciatori, via Orefici 19, ore 18.00:

Presentazione del libro “Per sole Donne” di Veronica Pivetti. Un romanzo in cui le cinque protagoniste, ormai disincantate e non più giovanissime, esigono la parità femminile in tutti i sensi e per ottenerla parlano apertamente di tutto. Dialoga con l’autrice Susanna Zaccaria, Assessora alle Pari Opportunità e Differenze di genere del Comune di Bologna.

Libreria modo infoshop, via Mascarella 24/b, ore 19.00:

Presentazione del libro “Dopo le bombe. Piazza Fontana e l’uso pubblico della storia”. Tre generazioni di storici concentrano anni di studio sulla strage di piazza Fontana in un volume corale, accostando le nuove linee di ricerca sul tema a un documentato inquadramento degli eventi. Mirco Dondi ne parla con Elio Catania e Fabio Vercilli.

La confraternita dell’uva, via Cartoleria 20/B, ore 19.00:

Leonardo Oblique Luccone torna in libreria per parlare con Luca Bottura del suo nuovo libro “La casa mangia le parole” che vede protagonista la famiglia De Stefano, rotta internamente ma che non lo mostra al mondo esterno. Il volume racconta di una tragedia che capovolgerà la vita di questa famiglia e di Moses, altro protagonista stritolato dai segreti nascosti come tutti gli altri personaggi del romanzo.

Librerie coop Zanichelli, piazza Galvani 1/h, ore 18.00:

Presentazione del libro “Il circo capovolto” di Milena Magnani. Una storia di circo e di guerra, di acrobati e campi di sterminio. Con l’autrice ne parlano lo scrittore Giampiero Rigosi insieme all’attore Andrea Lupo del Teatro delle Temperie.

STASERA A BOLOGNA: MUSICA

Mikasa, via Emilio Zago 14, ore 21.00:

Indieabbestia è il nuovo format che esplora l’attuale vasto panorama indie made in Italy, caratterizzato dalle varie sfaccettature e dai vari gusti che questo megacalderone musicale può davvero contenere. Questa sera si esibiranno: Caso, all’anagrafe Andrea Casali, cantautore folk punk bergamasco, Viktory Plaza, band torinese di Lorenzo “V”Piroddi (cantante e chitarrista) e Daniel “Hunder”Lovallo (batterista), Piermattia Vantaggi aka La Nausea. Vibrella Nights by “Vibrella Sound” è invece il format per la seconda serata, unica nel suo genere mescolando la bass culture all’universo circense.

Locomotiv Club, via Sebastiano Serlio 25/2, ore 21.00:

Gli strumenti musicali, l’amore per l’hip hop, il linguaggio del funk sono le fondamenta del FUNK SHUI PROJECT, collettivo di musicisti e produttori torinesi attivo dal 2008. Ritornano con “La Soluzione Tour” per presentare il nuovo album “La Soluzione”, frutto della collaborazione con Davide Shorty, insieme al rapper Johnny Marsiglia.

Covo Club, via Zagabria 1, ore 22.00:

In concerto Tamaryn, con un suono unico fra dream pop e shoegaze, per presentare il nuovo album “Dreaming in the Dark”. Un disco che possiamo sicuramente definire come il suo lavoro più complesso e dark e contemporaneamente il più semplice da ascoltare, un perfetto mix tra pop e post-punk. In apertura i Some Ember, protagonisti della scena underground californiana.

Mercato Sonato, via Tartini 3, ore 21.30:

Dal Chad, Afrotronix, l’artista che è stato incoronato Best Dj 2018 dell’Africa al All Africa Music Awards in Ghana. Esplora Africa e culture occidentali tra danza e arti digitali, fondendo musica elettronica con ritmi africani e blues del Touareg. Segue Dj ArkTah’ batterista e percussionista, figlio della scena alternativa tunisina.

STASERA A BOLOGNA: TEATRO

CUA Bologna, via Luigi Zamboni 38, ore 20.30:

Il Fulcro presenta “Scegli me”, un monologo che nasce dai muri della metropoli e si fonde in una serata di musica, arte e teatro. A seguire dj set ed esposizione.

STASERA A BOLOGNA: CINEMA

Cinema Odeon, via Mascarella 3, ore 20.30:

I CANTI DELLA DEA, Conferenza e Concerto di Musicoterapia Indiana. Verranno approfonditi alcuni concetti basilari della filosofia del suono e sperimentati direttamente i suoi effetti attraverso l’ascolto guidato.
All’interno dell’ambito di Figurabilia – Piccolo Festival dell’Arte Iconica, mostra d’arte figurativa collettiva tutta al femminile.