Samantha Comizzoli, della lista civica Ravenna Punto a Capo, aveva chiesto alla cooperativa una smentita riguardo la voce che imputava all’azienda la costruzione del 80% del Muro di Gaza. Puntuale è arrivata la smentita questa mattina, con la minaccia di querela ai danni della Comizzoli.

Samantha Comizzoli, ex candidata a sindaco della lista civica Ravenna Punto a Capo, aveva chiesto alla Cooperativa Muratori e Cementisti di smentire le voci sulla notizia che imputava all’azienda la costruzione dell’ottanta percento del Muro di Gaza. Lo aveva fatto durante la manifestazione di sabato svoltasi a Ravenna contro la cooperativa convocata dalla rete Dalla Parte Della Terra.

E’ arrivata pochi minuti fa la smentita da parte della Cooperativa che, interrogata da un quotidiano locale romagnolo, ha risposto che si tratta di una bufala priva di qualsiasi fondamento. Per questo motivo dalla Cmc hanno informato che potrebbe essere imminente una querela ai danni della Comizzoli, come previsto dalla stessa durante il suo intervento in corteo.

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”