Fiom Cgil compie 110 anni e decide di festeggiare a Bologna.

La città sarà il palcoscenico della festa che – come ha affermato questa mattina il segretario delal Fiom Maurizio Landini – “è l’occasione per portare le istanze del lavoro, dei diritti e la partecipazione democratica dei cittadini alla vita pubblica e al lavoro direttamente in piazza”. Bruno Papignani dal canto suo ha affermato come la scelta di Bologna non sia stata casuale da parte della segreteria nazionale: in provincia Fiom ha siglato più di 150 accordi e contratti sindacali sulla base dell’ultimo contratto nazionale firmato unitariamente, che è quello del 2008. Grande lo sforzo organizzativo di Fiom Bologna con oltre 500 persone impegnate nell’allestimento dei vari eventi. Papignani però ricorda come l’attività sindacale della Fiom non si fermerà neppure nei giorni della sua festa.

La festa dal titolo evocativo “Signori, entra il lavoro” inizia già domani alle 11 con la celebrazione al teatro comnunale della nascita del Fiom con saluto del presidente della regione Emilia Romagna Vasco Errani, e la partecipazione di Susanna Camusso, segretario nazionale Cgil, di Maurizio Landini e altre personalità. La festa si sposta poi in piazza XX settembre per l’inaugurazione con il sindaco Virginio Merola alla quale seguirà il dibattito “Democrazia, Costituzione e lotte per il lavoro” con la partecipazione del giurista Stefano Rodotà, della docente Nadia Urbinati, Paolo Flores D’Arcais, direttore di MicroMega, Danilo Gruppi della camera del lavoro di Bologna e Giorgio Airaudo, coordinati dal giornalista del Manifesto Gabriele Polo.

Tra il 16 e il 19 giugno in piazza XX settembre ci saranno ogni giorno importanti iniziative culturali come reading, presentazione di libri e musica. Il 17 sera la festa raddoppia: Michele Santoro e i suoi ospiti intratterranno il pubblico bolognese a Villa Angeletti, parlando però di lavoro diritti e Costituzione. La serata verrà seguita in diretta da Radiocitta’fujiko e Vibes Channel a partire dalle 21.00.

Il 18 in Piazza XX Settembre si terrà alle 20.30 un dibattito dal tema di stretta attualità “Politica e rappresentanza del lavoro” con la presenza dei segretari dei maggiori partiti di centrosinistra: Pier Luigi Bersani, Nichi Vendola, Antonio Di Pietro coordinati da Lucia Annunziata.

Il 19 giugno in Piazza VIII Agosto, ore 21.30 concertone di chiusura con alcuni big della musica leggera italiana come Fiorella Mannoia, Luca Barbarossa, Paola Turci e la simpatia di Andrea Rivera. In allegato trovate il programma in dettaglio.

Tutti gli artisti e gli ospiti offrono le loro esibizioni e il loro tempo a titolo gratuito, con l’obiettivo – ricorda Landini – di “rimettere il lavoro al centro del dibattito pubblico”.

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”