La crisi dei partiti e dei corpi intermedi ha prodotto manifestazioni “gentiste”. Dal movimento dei forconi alle sentinelle in piedi fino alle proteste xenofobe di Gorino, l’Italia del risentimento si palesa in modi inquietanti. Nel suo libro “La Gente – viaggio nell’Italia del risentimento” Leonardo Bianchi ricostruisce puntualmente il fenomeno, che finisce per condizionare la politica stessa.

ASCOLTA L’INTERVISTA A LEONARDO BIANCHI:

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61