Riscoprire il parco storico di Monte Sole, teatro dell’eccidio nazifascista, attraverso la rassegna estiva della Scuola di Pace, intitolata “Senza fretta”. Un cartellone di riflessioni e laboratori per grandi e piccini incentrato su cinque parole chiave: memoria, identità, conflitti, emozioni e responsabilità. L’intervista ad Elena Monicelli.

ASCOLTA L’INTERVISTA AD ELENA MONICELLI:

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61