Oggi ai microfoni di The Show Must go on abbiamo intervistato Santino Cardamone, artista folk, nato e cresciuto a Crotone.

All’età di 11 anni comincia ad appassionarsi alla musica ed inizia a prendere lezioni di chitarra da grandi maestri come Pietro Aldieri e Vincenzo Colosimo. A 19 anni si trasferisce a Bologna per studiare musica al DAMS.


Nel 2015 ha presentato il suo singolo “Amsterdam” ad X Factor, grazie al quale ha affascinato i giudici ed ha raggiunto, senza poi superarli, i Bootcamp.
Dopo la pubblicazione del suo disco d’esordio ‘Terra, amore e libertà ‘ ritorna sulla scena con il suo stile interpretativo è inconfondibile.
Nei suoi testi ritroviamo la voglia di riscatto della gente del sud, delle loro ingiustizie, dei sacrifici e dei loro amori, raccontati attraverso la raffinata rabbia che traspare dalle sue parole.


Il disco ‘Uomini Ribelli’ uscito nel 2015, conferma l’avvenuta maturazione artistica del cantautore folk. Il disco è anticipato dal singolo ”La canzone del mulo”.


Il brano – spiega Santino – racconta dell’attuale realtà che vivono molti italiani, fatta di sacrifici e momenti difficili. Ma è anche un inno a non arrendersi mai e continuare a lottare”.


“Il mulo è un individuo che si spacca la schiena, ride e parla d’amore anche quando sta in pena. Il mulo è un signore che cerca fortuna, piange e soffre di notte insieme alla luna. Il mulo non cerca chissà quali pretese. Spera solo di arrivare a fine mese”.


Un brano dal sound morbido e d’impatto che racconta di illusioni, di un mondo schiavo dei social network, che non si arrende e spera in un futuro migliore.

ASCOLTA L’INTERVISTA DI SANTINO CARDAMONE A:

Articolo precedenteCeretta maschile: vantaggi e svantaggi del trattamento
Articolo successivoTutto sull’importanza della flora intestinale