<<La Radio ha accompagnato le persone in questi momenti di vuoto relazionale, facendo ciò che fa sempre la radio, ovvero una funzione di voce amica>>. Così Flaviano Canfora – psicologo e psicoterapeuta esperto in disturbi d’ansia, ritiro sociale e dipendenze patologiche – sul ruolo del mezzo radiofonico in questa epoca di distanziamento sociale dovuta alla pandemia, parlando di <<strumento che riesce ad avere anche una valenza terapetutica, stando vicini alle persone con una invasività giusta>>.

Covid e Salute mentale: la dieta mediale da seguire

Ai microfoni di Radio Città Fujiko, Canfora ha parlato di dieta mediale consigliata durante il lockdown e della televisione:<<Non ce l’ho in casa, non perché dicesse cose insensata, ma perché c’è una ridondanza veramente incredibile sulla tematica Covid, che va ad aumentare i livelli di apprensione ed ansia già esistenti>> mentre i social media <<Fanno tanto bene e tanto male, perché ci aiutano a rimanere vicini in questo tempo di lontananza, ma è anche vero che si tratta di una fucina di contraddizioni che alimentano le preoccupazioni già presenti>> aggiungendo l’importanza di <<riferirsi a fonti autorevoli>> per non cadere nella trappola delle fake news in un contesto dove, secondo Canfora<< si dà autorità a tutti, vista la natura democratica del web, ma chi pubblica può creare una perturbazione importante che può essere rinforzata da chi la condivide>>.


Pandemia e salute mentale: le categorie a rischio più colpite

Per quanto riguarda le categorie psicologiche più a rischio prima dell’isolamento, lo psicologo parla di:<< due aspetti contrastanti: quelli che già facevano fatica a stare da soli come i pazienti depressi hanno avuto un calo sostanziale del tono dell’umore- mentre- secondo l’esperto- chi fa parte dello spettro del ritiro sociale e che fanno fatica nella relazione, hanno beneficiato del ritiro costretto>> perché in qualche modo liberati dalla pressione sociale, visto che, nel frattempo, nessuno ha potuto vivere la propria socialità nel modo in cui si desidera, aggiungendo però che:<< sono peggiorati nel momento in cui è aumentata nuovamente la richiesta di socialità alla fine della prima ondata, e sono gli stessi che si chiedono come affronteranno l’esposizione una volta superata questa situazione>>.

Potete ascoltare l’intervista integrale con il Dottor Canfora nella barra sottostante.

ASCOLTA L’INTERVISTA AL DOTT. FLAVIANO CANFORA:

Articolo precedenteFestival Cultura: R-Esistenze Festival 2021
Articolo successivoCristian Di Domenico è l’ospite della nona puntata di The Show Must Go On