Sabato 20 giugno Bologna celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato 2020 con un evento musicale e performativo. Una serata di festa – dal vivo e in streaming – organizzata da Comune di Bologna e Asp Città di Bologna, in collaborazione con BolognaCares!, i gestori del Progetto Sprar-Siproimi, i Comuni aderenti al progetto, Città Metropolitana e Caritas, per promuovere la cultura dell’accoglienza e riflettere sul valore dell’integrazione.

Rifugiati: i dati allarmanti dell’Unhcr

Almeno 100 milioni di persone sono state costrette a fuggire dalle proprie case negli ultimi dieci anni, in cerca di sicurezza dentro o fuori dei propri Paesi. Lo denuncia l’agenzia Onu per i rifugiati Unhcr nel suo rapporto annuale, Global Trends. Le persone in fuga da conflitti, persecuzioni o violenze sono più dell’1 per cento della popolazione mondiale – 1 persona su 97 – mentre continua a diminuire inesorabilmente il numero di coloro che riescono a fare ritorno a casa. Il rapporto sostiene anche che il numero di persone in fuga è quasi raddoppiato dal 2010 (41 milioni allora contro 79,5 milioni oggi).

NeverMoreFreezing, l’evento bolognese

La manifestazione, intitolata #NeverMoreFreezing, vuole essere un’occasione per riflettere, attraverso la musica e l’arte, sulla condizione di attesa e di esilio che vivono tante persone richiedenti asilo, titolari di protezione internazionale e rifugiati quando arrivano in Italia. Una sensazione di sospensione e di congelamento, che assomiglia molto a quella sperimentata da tanti cittadini, forse per la prima volta, durante l’emergenza coronavirus.

Dalle 20.30 prenderà il via la diretta streaming, radio e tv dal Mercato Sonato. A salire sul palco artisti e performer. Murubutu, pseudonimo del rapper Alessio Mariani, sarà in prima linea con le sue rime dal sapore letterario, mentre l’attrice e cantante Margherita Vicario porterà sul palco le sue canzoni tra pop e cantautorato. Completa la line up Rareș, giovane promessa della scena alternativa italiana.

Ad arricchire il programma anche gli interventi e i contributi video di tanti ospiti: la vicepresindete della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein, l’assessore alle Politiche per l’immigrazione, Marco Lombardo, l’attrice e scrittrice Lella Costa, la musicista Mama Marjas, il musicista nigeriano Seun Kuti, il guru del reggae giamaicano Clinton Fearon, i messicani Son Rompe Pera, Junior V e molti altri.
Verranno inoltre proiettati i cinque filmati vincitori della call per artisti NeverMoreFreezing, che ha premiato i performer Fabio Accossato, Diao Moussa, Elettra Fadda, Davide Fasulo, Sanam Naderi.

Il concerto sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook di BolognaCares, sul canale Youtube LepidaTV On Air, sulle frequenze di Radio Città Fujiko e in televisione su Lepida tv (canale 118 del digitale terrestre e 5118 Sky).
E sempre sabato 20 giugno, all’imbrunire, la facciata di Palazzo Re Enzo che dà su piazza Maggiore si colorerà di blu. Il Comune di Bologna aderisce, illuminando uno dei palazzi simbolo della città, alla campagna #WithRefugees promossa dall’Unhcr.

ASCOLTA L’INTERVISTA A GIUSEPPE NICOLINI DI ASP:

ASCOLTA L’INTERVISTA AD ANTONELLA CICCARELLI DI CIDAS: