Riparte Retro Vie, il progetto di Tita Ruggeri e Loredana D’Emelio, nato dallo spettacolo teatrale incentrato sul ruolo che ebbero le donne rimaste in città durante la Grande Guerra. L’incontro, che vede la sua prima programmazione sabato 15 maggio, consiste in una passeggiata di circa 4 km in cui il gruppo di partecipanti assisterà ad alcuni momenti tratti dallo spettacolo teatrale RETROVIE e alle esibizioni de Le Triplettes de Bellaville, che per l’occasione proporranno delle canzoni dell’epoca riarrangiate.

Un percorso attraverso i luoghi delle donne nelle “retro vie”

Il progetto, vincitore del “Bando per la memoria del ‘900”, si pone l’obiettivo di accompagnare gli spettatori attraverso le vie di Bologna in cui le donne delle “retro vie” sostituirono gli uomini che erano partiti per il fronte durante la Prima Guerra Mondiale. Il percorso si svolgerà quasi totalmente all’aperto, nel rispetto delle vigenti norme anticovid.

Come spiega Loredana D’Emelio, due classi sono state coinvolte nelle passeggiate, su richiesta delle stesse scuole. Durante l’itinerario con le classi ci sarà un momento specifico dedicato alla scrittura, partendo da due lettere, una di Barberina Guidotti Magnani e una di Gianni Stupovich, entrambe sulla tematica del disagio, nella speranza che gli studenti, attraverso il processo creativo, riescano ad esternare le emozioni provate durante l’ultimo anno e mezzo di pandemia. Il percorso sarà lo stesso per gli adulti e per i ragazzi e durante la passeggiata gli spettatori saranno accompagnati da una guida che spiegherà la storia dei luoghi visitati.

Retro Vie parte il 15 maggio alle ore 9, l’appuntamento è all’ingresso dei Giardini Margherita che da su porta Castiglione. Il progetto proseguirà per tutta l’estate, con una piccola pausa durante il mese di agosto: gli appuntamenti saranno due al mese, uno il sabato mattina e l’altro la domenica pomeriggio, nello specifico il 5 e il 20 giugno, il 3 e il 18 luglio e poi l’ultima data a novembre, mese che segna la fine della Prima Guerra Mondiale.

E’ possibile prenotare chiamando il numero 351 859 800, attivo dalle 10 alle 19, oppure scrivendo a tita.dietrolequinte@gmail.com.

Gemma Fabellini

ASCOLTA IL CONTRIBUTO DI TITA RUGGIERI E LOREDANA D’EMELIO:

Articolo precedenteMille cittadini scrivono ai candidati sindaco per fermare l’abbattimento di alberi
Articolo successivoFestival 20 30: per un teatro che va Oltre Tutto