Mobilità Nuova: cittadini, associazioni, movimenti, amministrazioni e istituzioni

La Rete nasce con lo scopo di diffondere e promuovere la Mobilità Nuova tra cittadini, associazioni, movimenti, amministrazioni e istituzioni. Pronti anche a scendere in piazza: sabato 4 a Milano. Pedoni, Pedali e Pendolari uniti per modificare il modello di mobilità vigente spostando le risorse pubbliche laddove si spostano le persone.

“La Mobilità Nuova è l’unica mobilità possibile e desiderabile, la sola in grado di soddisfare le esigenze di spostamento dei cittadini in modo razionale, ovvero sicuro, efficiente ed ecologico” così si apre il manifesto della nuova Rete Nazionale che unisce cittadine e cittadini, ma anche associazioni e istituzioni pronti a sobbarcarsi l’impegno per un miglioramento della mobilità nella città italiane.

“La Mobilità Nuova è un paradigma di organizzazione e gestione dei flussi di persone che impone il passaggio da un’ottica autocentrica a una umanocentrica. Ridefinisce i criteri di efficienza e le priorità, assegnando un peso maggiore a indicatori fino a oggi svalutati o sottostimati: la sicurezza, la salute delle persone, la vivibilità delle strade, l’equità sociale, la salvaguardia del territorio, la “rapidità diffusa” scaturità da un sistema di trasporti che funziona e non da una velocità eccessiva e fuori controllo”: questi i principi della Rete che sembra determina a invertire la tendenza (sbagliata) in Italia a preferire per lo spostamento interno ed esterno dalle città i mezzi privati e inquinanti, in particolare le automobili.

Con questo progetti gli aderenti alla Rete #MobilitàNuova vogliono diffondere nuove pratiche per gli spostamenti urbani ed extraurbani, in modo anche da portare l’uso dei mezzi pubblici, delle biciclette e dei mezzi alternativi di locomozione a un livello di diffusione simile alla media europea. L’uso di questi nel nostro Paese riguarda solo il 4% della popolazione. In molti altri Paesi dell’Unione Europea invece si parla di percentuali tra il 10 e il 12%.

Sarà un lavoro e complesso e per questo si è deciso di cominciare subito: l’appuntamento è per sabato 4 maggio a Milano in Piazza Duca D’Aosta per far partire un corteo caratterizzato da mezzi alternativi di locomozione. In più per gli spostamenti l’organizzazione ha siglato un accordo con Trenitalia che sconterà del 40% il prezzo del biglietto per tutti coloro che vorrano partecipare all’evento.

Per maggiori infomazioni www.mobilitanuova.it