Sabato 9 novembre, alle 15.00 nel Dumbo Space di via Casarini a Bologna, si terrà “Regione Futura. Emilia-Romagna 2020“. Si tratta di un’iniziativa in cui politica e società civile si confronteranno su alcuni dei temi dirimenti dell’attualità in vista delle elezioni regionali del prossimo 26 gennaio.
Transizione ecologica, lotta alle diseguaglianze e innovazione tecnologica sono i temi individuati dagli organizzatori, che contano di dialogare con realtà civiche, associazioni, ma anche gruppi politici del territorio.

Regione Futura e l’esigenza dell’ascolto

Ai nostri microfoni Elly Schlein, ex eurodeputata ed anima dell’iniziativa, spiega il senso della stessa. “La necessità è quella di partire dall’ascolto perché nonostante la rete di protezione abbia tenuto nella nostra regione, in questi anni di crisi abbiamo comunque visto un aumento delle disuguaglianze e ha fatto breccia un senso di disagio da parte dei cittadini”, osserva Schlein.
Ecco, dunque, perché si tenta di coinvolgere il ricco tessuto sociale emiliano romagnolo in una discussione che porterà poi all’appuntamento elettorale di gennaio.

“Vogliamo anche portare il nostro contributo in una campagna elettorale dove non si sta parlando molto di contenuti – sottolinea l’ex eurodeputata – e immaginare come migliorare ancora e come cambiare il modello di sviluppo in senso sostebile”.
Per far questo, sarà anche necessario procedere nel governo regionale in discontinuità con alcune politiche del passato. Uno dei temi centrali, in questo senso, è quello ambientale, in territori che stanno già pagando molto l’effetto dei cambiamenti climatici. Un cambio di paradigma, però, non rappresenta solo un’urgenza, ma anche un’occasione, ad esempio per creare nuovi posti di lavoro.
Un discorso analogo riguarda il tema delle disuguaglianze e di come indirizzare l’innovazione tecnologica.

ASCOLTA L’INTERVISTA AD ELLY SCHLEIN: