I Rebel Rootz sono una band trentina tra le più influenti del reggae italiano. Da poco hanno rilasciato l’album Impronte e noi li abbiamo intervistati.

I Rebel Rootz nascono all’inizio del 2010 da un’idea di Massimo Fontanari che, come ci racconta, cercava contaminazioni nuove. Dopo varie band ha affrontato l’idea di cercare sconosciuti con cui suonare e da lì ha trovato anche una “nuova famiglia”.

I Rebel Rootz sono Massimo Fontanari (voce e chitarra), Carlo Villotti (chitarra e cori), Francesco Dallago (basso), Pietro Toniolli (tastiere), Michele Tasin (tastiere e cori), Loris Dallago (batteria).  Il loro sound parte da una solida base di reggae ma aggiunge contaminazioni che vanno dal rock allo ska alla dubstep.

Non abbiamo ancora sperimentato il folk” ci dice Max ai microfoni di Radio Città Fujiko.

Nel 2012 la band pubblica il primo album Radice Ribelle che gli ha permesso oltretutto di aprire a band come Train To Roots, Mellow Mood, Anima Caribe fino ad uscire dai confini italiani con un piccolo tour in Belgio. Dal primo album è tratto anche il singolo Fragile featuring ANANSI andato in rotazione su Mtv Generation.

Nel 2014 è il momento di Sotterraneo, secondo album della band contenente 11 tracce tra cui alcuni featuring di spessore. La band partecipa a diversi festival per tutto lo stivale passando anche anche dall’Arena Joe Strummer di Bologna insieme a Mellow Mood, ALborosie e Africa Unite.

Nel 2018 i Rebel Rootz han fatto uscire un nuovo album intitolato Impronte , un lavoro di 11 tracce che spaziano dal reggae più classico al rock più duro sfiorando mondi come l’elettronica e la musica pop. Impronte indica i segni lasciati lungo il cammino per arrivare fino a qui. Sono i passi dei Rebel Rootz.

Durante l’intervista abbiamo parlato anche del contest Road to the Main Stage by Firestone, organizzato da Radio Italia e che li vede in finale. Fino al 24 luglio potete (anzi dovete) votarli a questo link!

Le collaborazioni in questo album sono molte, Ares & Drimer , Alice Righi, Cipes Greg, Virtus, Roby m Rage e Anansi.

A marzo 2020 è uscito il videoclip di Everyday che vede la collaborazione di Virtus. Il video è girato all’interno dello Skate-Park di Trento.

Un gruppo di ragazzi ha deciso che quel posto andava risistemato perché era un punto importante per i giovani, si son rimboccati le maniche e han portato un progetto che poi son riusciti a realizzare, abbiam voluto valorizzare l’impegno e la voglia che questi giovanissimi hanno impiegato per questa cosa.”

ASCOLTA L’INTERVISTA AI REBEL ROOTZ