Venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 giugno, negli spazi de Il Pallone, in via del Pallone 8, si terrà il Pre-Festival, un’anticipazione del Festival di DeriveApprodi che si svolgerà a settembre il 23, 24 e 25, organizzato dalla casa editrice DeriveApprodi con la libreria e centro di formazione Punto Input e la rivista «Machina».

Gli appuntamenti del Pre-festival e le anticipazioni del Festival di DeriveApprodi

Il Festival di DeriveApprodi tornerà questo settembre e, come nelle quattro edizioni precedenti, è pensato per riflettere sul presente, invertire la rotta, creando connessioni di esperienze e una rete di intelligenze. Francesco Bedani, di libreria Punto Input fornisce un’anticipazione di quello che sarà il festival: «sarà incentrato su Nanni Balestrini, scomparso pochi anni fa. È una prima occasione per ricordare questa figura e addentrarci negli svariati ambiti in cui si è attivato durante la sua vita, con ospiti nazionali ed internazionali».

Per prepararsi a questo evento è stato organizzato il Pre-festival || Daremo aria a queste stanze, del quale ci racconta Francesco Bedani: «dopo due anni di pandemia, all’interno di una crisi senza fine e con una guerra che tocca da vicino le nostre vite, si vuole tentare di ricollegare i fili di un pensiero critico che negli ultimi tempi ha sofferto una frantumazione nella capacità di essere prodotto». Durante quest’evento saranno presentati tre importanti volumi usciti da poco per DeriveApprodi e la libreria Punto Input metterà a disposizione un’ampia selezione del catalogo della casa editrice. Inoltre, alla fine di ogni giornata, si terranno degustazioni e aperitivi con vini scelti e pregiati di produttori indipendenti.

La programmazione parte venerdì 3 giugno alle 18:00 con la presentazione dell’iniziativa a cura del Punto Input, dopo di che ci sarà alle 18:30 la presentazione del libro Una vita liberata, oltre l’apocalisse capitalista per inquadrare la crisi di civiltà che sta attraversando la nostra società capitalistica occidentale, ciò avverrà con l’autore Roberto Ciccarelli. Sabato 4 saranno presentati altri due libri: alle 17:30, Lo schiavo americano dal tramonto all’alba di George Rawick, pubblicato negli anni ‘70 ed ora riedito, è un classico degli studi sullo schiavismo e un’occasione per parlare del problema attuale del razzismo, ne discuteranno Bruno Cartosio, curatore della prefazione, ed Anna Curcio. Si continuerà ,alle 18:30, con il libro Contro-nature, un lavoro sul tema dell’ecologia politica per ripuntalizzare anche dei temi che sono stati ricoperti di un certo greenwashing, ci saranno i curatori, Matteo Bronzi e Caterina Ciarleglio, e alcuni autori dei testi. Domenica 5, oltre alla tavola rotonda La guerra e noi, che vuole trattare tema della guerra con uno sguardo ampio, ci sarà alle 19:00 la presentazione del Festival di DeriveApprodi previsto a settembre.

Per maggiori informazioni e per rimanere aggiornati sul Pre-festival si può visitare la pagina Facebook della libreria Punto Input.

ASCOLTA L’INTERVISTA A FRANCESCO BEDANI:

Articolo precedenteA scuola di negazionismo climatico: il caso in un liceo di Grosseto
Articolo successivoELEMENTI: una fusione tra musica, arte e natura