“Non si discuterà di nomi né di alleanze”. Coalizione Civica ribadisce più volte il concetto nel presentare la tre giorni che terrà al Parco della Montagnola dal 2 al 4 ottobre. Del resto, il titolo dell’iniziativa – “Metropolis – Bologna 2030” – sottolinea proprio che la lista civica non dà vita all’iniziativa per chiedere il voto in vista delle elezioni comunali del 2021, ma per scrivere insieme alla città un’agenda su cui, successivamente, testare il consenso di altre forze politiche.
Che fare alle comunali, dunque, verrà deciso successivamente con un percorso partecipativo di cui Coalizione Civica rivendica l’abitudine.

Politica Bologna, la festa di Coalizione Civica

Dal 2 al 4 ottobre, a Metropolis, ci sarà dunque spazio per presentazioni di libri e concerti, dibattiti, ma soprattutto per tavoli di discussione tematici a cui sono chiamati a partecipare cittadini e cittadine, comitati, movimenti e associazioni che in questi anni a Bologna hanno sollevato temi rilevanti.
Tra questi, quelli più critici riguardano senza dubbio l’ambiente e la mobilità, questioni oggetto di numerose vertenze in città, ma si discuterà anche di lavoro, salute, casa, spazi ed altri argomenti.
A chi chiede un bilancio sul mandato in scadenza, il capogruppo in Consiglio comunale Federico Martelloni risponde: “Ci sono temi su cui abbiamo ‘governato dall’opposizione’, condividendo scelte con la maggioranza o condizionando la sensibilità, mentre ci sono questioni su cui abbiamo fatto opposizione dura”.

Metropolis – Bologna 2030: il programma

I libri che verranno presentati sono “Dove sei?” di Roberta Lena, incentrato sulla storia di Eddi, attivista sottoposta a sorveglianza speciale per aver combattuto l’Isis in Rojava (venerdì 2 ottobre), “Fa un po’ caldo” di Federico Grazzini e Sergio Rossi sul riscaldamento globale (sabato 3 ottobre), “Pescatori di uomini” di Mattia Ferrari con Nello Scavo sull’esperienza di Mediterranea sulla ricerca e soccorso in mare di migranti che tentano la traversata e “I signori delle città” di Alessandro Di Nunzio e Diego Gandolfo sul potere e i segreti delle fondazioni bancarie (entrambi domenica 4 ottobre).
Gli spettacoli invece vedranno il live di Giungla, seguito dal dj set di Bebo e Carota de Lo Stato Sociale il venerdì e il concetto di The Long Road Arkestra il sabato.

Nei dibattiti si discuterà de “La solidarietà ai tempi del Covid19“, insieme ai principali attori di iniziative mutualistiche in città (2 ottobre), “Lavoro e disuguaglianze“, insieme a riders, sindacati e gruppi di ricerca sul lavoro sociale (3 ottobre), delle battaglie per avere “Verità per Giulio, Free Patrick Zaki” e, in conclusione, un confronto tra alcune forze politiche del centrosinistra cittadino, che vedrà la partecipazione della consigliera di Coalizione Civica Emily Clancy, delle consigliere comunali Amelia Frascaroli (Città Comune) e Dora Palumbo (Nessuno resti indietro), della consigliera regionale Silvia Zamboni (Europa Verde), della vicepresidente della Regione Elly Schlein, di Massimo Bugani (M5S) e del sindaco Virginio Merola.

ASCOLTA L’INTERVISTA A CLANCY E MARTELLONI:

Articolo precedenteSabato 26 settembre maratona artistica dedicata a Patrick Zaki
Articolo successivoIl biologico non è tutto uguale, il confronto fra contadino e industriale