La puntata di Afternoon Tunes di sabato 26 settembre si è incentrata su quattro album che probabilmente finiranno nelle classifiche di Rcf in primis e in quelle delle maggiori riviste e siti di musica internazionale. La prima, più di nicchia, è stata quella dei Sophia di Robin Proper Sheppard che con il suo Holding on/Letting go ha segnato un punto per la continuità della musica indie nel senso più stretto del termine. Il barocco dei Fleet Foxes è seguito in scaletta con un autunnale Shore che riafferma la band di Seattle nel panorama della tradizione folk rock americano. Una sferzata punk è poi arrivata da Bristol con gli Idles più cattivi che mai, dove la nuova uscita Ultra Mono si può paragonare al The Number of the Beast degli Iron Maiden album che ha proiettato la band britannica nel cosmo, sdoganandola dal solo heavy metal. Abbiamo chiuso con quello che secondo la nostra modesta opinione sarà l’album dell’anno, ovvero By The Fire di Thurston Moore. Il sessantaduenne americano si è cimentato in un album dove la sperimentazione musicale può competere con le nuove generazioni, un lavoro accessibile solo alle menti più aperte. Da ascoltare ovviamente a tutto volume.  

Ascolta il podcast della trasmissione: