È stata una chiacchierata-fiume quella realizzata dal nostro Pier Tosi ad Alborosie all’interno di Soul Shakedown Party, il suo format in onda il martedì sera sulle nostre frequenze.
Una lunghissima intervista all’artista italo-giamaicano, dal momento che è uno dei pochi ad aver ottenuto la cittadinanza del Paese, che al secolo fa Alberto D’Ascola.

Alborosie: la lunga chiacchierata con Pier Tosi

Al centro dell’intervista, ovviamente, l’uscita, il 4 giugno scorso, dell’ottavo album dell’artista, intitolato “For The Culture“. Si tratta di 14 tracce che lo stesso Alborosie ha scritto, prodotto ed eseguito utilizzando attrezzatura analogica vintage, sirene dub, nastro reel-to-reel e strumentazione dal vivo.

L’album contiene anche importanti featuring: Collie Buddz, Jo Mersa Marley, Quino of Big Mountain e Wailing Souls.
Le tracce principali sono accompagnate anche da una serie di video musicali, in cui Alborosie ha lavorato insieme ad una vecchia conoscenza: Toni Fisher.
Il messaggio dell’album, in generale, riguarda la lotta per la cultura.

ASCOLTA L’INTERVISTA AD ALBOROSIE:

Articolo precedenteMargherita Vicario: «parlo di femminismo e precarità in modo istintivo»
Articolo successivoEstate ai 300 scalini: la rassegna culturale nei colli bolognesi