Soul Shake Down Party, il programma dedicato alla reggae music condotto da Pier Tosi in onda tutti i martedì dalle 21 alle 23 su Radio Città Fujiko, compie trent’anni. Sabato 21 maggio una giornata ad Ex Centrale ricca di musica reggae, workshop e concerti live per festeggiare l’importante traguardo.

Una giornata ad Ex Centrale per i trent’anni di Soul Shake Down Party

«Trent’anni non erano da lasciar passare inosservati» per questo, come sottolinea Pier Tosi, c’era l’esigenza di organizzare una giornata colma di appuntamenti dedicati al reggae: si inizierà intorno alle 18:30 con un workshop, un seminario sulle origini del reggae e sulla sua storia; si proseguirà con i live dei bolognesi B-Boat e i veneziani Radiorebelde, infine, le selezioni di Pier Tosi, Mike Tuff, Ruff D, Lorenz e Rise&Shine.

Nell’autunno del 1992 inizia ad andare in onda su Radio Città 103, diventata in seguito Radio Città Fujiko, un programma settimanale dedicato alla reggae music condotto da Pier Tosi che riprende il nome di una leggendaria canzone dei Wailers di Bob Marley e Peter Tosh, prodotto da Leslie Kong, del 1970 “Soul Shake Down Party“. Questo titolo vuole appunto essere un tributo ai padri di questa musica nata in Jamaica sul finire degli anni cinquanta da un processo evolutivo non ancora interrotto che ha visto la fusione del rhythm’n’blues americano con le musiche caraibiche come il calypso ed il mento. Sono ampi gli spazi che il programma dedica alla storia del reggae: si trovano i momenti cruciali dello ska, del rocksteady e del vecchio reggae uniti alle nuove proposte.

L’idea è sempre stata quella di raccontare la direzione verso cui andava il reggae in Jamaica, in Italia e nel mondo senza mai perdere d’occhio le sue radici e la sua storia: non a caso è sempre stata la voce di Bob Marley insieme ai suoi compagni Bunny e Peter ad aprire il programma come un vero e proprio spirito guida. Occuparsi di reggae significa cercare di tenere alta l’attenzione su una musica spesso dimenticata dai canali ufficiali del music business mondiale e Soul Shake Down Party promuove anche artisti della scena reggae italiana.

«Tante cose sono cambiate in questi trent’anni di musica bellissima» la scena raggae italiana è cresciuta, sono arrivati i grandi Festival, internet ma nonostante tutto Pier Tosi si dice ancora “sul pezzo” per raccontare in diretta quanto sia amata la cultura giamaicana nel mondo tutti i martedì sulle frequenze di Radio Città Fujiko.

ASCOLTA L’INTERVISTA A PIER TOSI:

Articolo precedenteConsigli di lettura per ristorarsi dal caldo prematuro
Articolo successivoUn tocco di classico / Compositore della domenica?