Per la prima volta la Lega vince a Ferrara. Il candidato salviniano Alan Fabbri ha battuto al ballottaggio l’esponente Pd Aldo Modonesi. Una vittoria maturata in anni di campagna elettorale, cavalcando la sensazione di insicurezza, ma anche usando una strategia a due teste: quella aggressiva di Naomo Lodi (il barricadero di Gorino) e quella rassicurante di Fabbri. Ma anche la sinistra e il centrosinistra si sono tirati la zappa sui piedi. L’analisi di Elisa Corridoni.

ASCOLTA L’ANALISI DI ELISA CORRIDONI:

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61