Questo pomeriggio in Piazza Nettuno alle ore 17.30 il comitato No People Mover ha indetto un presidio a cui invita tutta la cittadinanza per l’immediato stop del progetto.

“Non ci siamo stupiti degli avvisi di garanzia legati al People Mover. Abbiamo sostenuto sin dall’inizio che il progetto e il bando fossero stati creati appositamente per costruttori e gruppi di potere, intenti a spartirsi la torta. Il tutto a discapito degli abitanti di Bologna e dell’Emilia Romagna, che dal People Mover non trarrebbero altro che debiti. Esattamente com’è successo col CIVIS” queste le ragioni che portano in piazza gli attivisti, diffuse tramite in un comunicato.

L’appuntamento è per oggi alle 17,30 in Piazza Nettuno. Il comitato si augura di poter dialogare con i cittadini e poter spiegare le proprie ragione, che riguardano anche Atc: l’azienda dei trasporti di Bologna oltre ed essere al centro della bufera che ha coinvolto diverse personalità del comune e della regione, è stata anche recentemente accusata di evasione per cui dovrà pagare un milione e mezzo di euro al fisco.

Per questo il comitato chiede ad ATC di abbassare il costo del biglietto degli autobus, visto che la stessa azienda, in una campagna contro l’evasione tariffaria, paragonava gli utenti che non pagano il biglietto agli evasori fiscali.

Guarda il video del presidio

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”