All’interno del ricco programma di eventi del cartellone di Dams50, la serie di iniziative per celebrare i cinquant’anni del dipartimento di Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo, venerdì 11 giugno dalle 21.30 presso il chiostro di Santa Cristina in Piazzetta Morandi si terrà l’evento Notte Freak 2021, conversazioni e musica dedicate a Roberto “Freak” Antoni.

Notte Freak: gli Skiantos si esibiscono in acustico

Gli Skiantos nascono a Bologna nel 1977 come gruppo rock “demenziale”, genere di cui sono ideatori e propagatori principali. Iniziano a fare musica suonando nelle cantine e nei circoli giovanili: la band è composta da circa 10 persone, disoccupati e studenti, creatori di un rock duro dallo stile molto personale.
La cult band ha ormai 32 anni (in alcuni periodi la loro collaborazione musicale si è interrotta), ma continua a produrre dischi sul filo dell’ironia, la loro chiave di lettura prediletta.

I fondatori del gruppo sono: Roberto Antoni detto “Freak”, laureato al DAMS con una tesi sui Beatles, che durante la sua esperienza universitaria ha conosciuto Fabio Testoni detto “Dandy Bestia”, chitarrista neoprofessionista e rocchettaro militante, Andrea Setti, in arte “Jimmi Bellafronte”, geometra e al contempo cantante, Stefano Cavedani, uno studente universitario del DAMS, poeta e cantante conosciuto come “Spisni Sbarbo”; inoltre sono stati parte di questo folto gruppo, per periodi più o meno lunghi, Leo “Tormento” Pestoduro, “Andy Bellombrosa”, “Frankie Grossolani”, “Gianni Lo Grezzo” e tanti altri.

Durante la puntata speciale di Rock’n’Roll Radio Andrea Gozza ed Angela Zocco hanno intervistato Fabio “Dandy Bestia” Testoni, così da presentare l’evento dedicato a Roberto “Freak” Antoni che avrà luogo venerdì 11 giugno nel chiostro di Santa Cristina a Bologna, che si concluderà con un concerto degli Skiantos in cui verranno suonati dei pezzi riarrangiati in acustico. La serata si inserisce nel programma di eventi organizzati per la celebrazione del cinquantesimo anniversario del DAMS e del programma Biografilm Festival; per partecipare in presenza è obbligatoria la prenotazione. L’evento è supportato dall’Alma Mater Studiorum, dal Ministero della Cultura e dalla Regione Emilia Romagna, ed oltre al DAMSLab hanno collaborato anche La Soffitta, il Comune di Bologna, il Centro Internazionale di Studio Umanistici “Umberto Eco” e Associazione Almae Matris Alumni.

Gemma Fabellini

ASCOLTA L’INTERVISTA A FABIO “DANDY BESTIA” TESTONI:

Articolo precedenteArt Motel: per un’estate intessuta di arte e incontri
Articolo successivoAcqua pubblica: 10 anni dopo il referendum, in piazza contro la privatizzazione