Nella ricca line-up di Barezzi Festival c’è anche Nicolò Carnesi, cantautore siciliano, che porta sul palco Cafè de la Paix di Franco Battiato.

Come vi abbiamo già raccontato con un’intervista al direttore artistico, dal 4 al 6 novembre il Teatro Regio di Parma diventa il palcoscenico di un festival ricchissimo dedicato al maestro Franco Battiato.

Oltre ai 3 grandi headliner – Carmen Consoli, Iosonouncane e Fontaines D.C. – ci sarà un ricca schiera di artistə  che omaggerà Franco Battiato in diversi modi.

+ VOLETE AVERE LA POSSIBILITA’ DI VINCERE DEI BIGLIETTI PER IOSONOUNCANE? ANDATE SULLA PAGINA FB O INSTAGRAM DI THE FESTIVAL’S BACKPACK E MANDATE UN MESSAGGIO PRIVATO CON NOME-COGNOME E #BAREZZI +

Nicolò Carnesi porterà sul palco tutti i brani di Cafè del La Paix, diciassettesimo album di Battiato pubblicato nel 1993.

🔷5 Novembre, Venerdì
⬜ ore 17,00 Ridotto del Regio – Barezzi Off – @nicoloca...

Nicolò Carnesi, per chi non lo conoscesse ancora, è un cantautore siciliano classe 1987. Dal 2012 ad oggi ha pubblicato 4 album Gli eroi non escono il sabato, Ho una galassia nell’armadio, Bellissima noia, Ho bisogno di dirti domanimusicalmente legati al cantautorato vecchio stile. Lontano dalle logiche mainstream delle contaminazioni ad ogni costo che fanno perdere il senso, Nicolò propone musica poetica, in cui è il testo ad elevarsi al di sopra di tutto.

L’influenza del maestro Battiato è sicuramente forte nella musica di Carnesi che ha scelto di lavorare e proporre Cafè de la Paix, nonostante sia un album complesso, per mettersi in gioco e perchè “me lo faceva ascoltare mia mamma da piccolo e anche se non capivo il senso di tutto mi ha sempre influenzato.” Nell’album c’è anche una canzone in arabo che Nicolò ci dice di stare appositamente studiando.

Il concerto di Nicolò sarà venerdì 5 novembre alle 17.00 per Barezzi Off, oltre alle tracce dell’album di Battiato, reinterpretato in toto, Carnesi porterà anche alcune tracce proprie.

“Sto lavorando a varie canzoni nuove ma finchè non sono completamente soddisfatto e non sono convinto che vadano condivise e fatte ascoltare a tutti non le pubblico. I due singoli usciti in primavera, Virtuale e Consumati seguivano questa logica, in quel momento mi sembrava giusto e necessario condividerle con il pubblico.”

Nell’attesa dunque di nuovi brani vi rimandiamo dunque al concerto che si terrà a Barezzi Festival il 5 novembre e nel frattempo vi facciamo ascoltare l’intervista con Nicolò andata in onda su Radio Città Fujiko.

Articolo precedenteTwelve, primo Ep per le Fucksia “Portiamo in scena le nostre soggettività”
Articolo successivoPunto Input, la libreria del pensiero critico che va oltre il mainstream editoriale