Sono passati quattro anni dall’ultima volta che Nick Cave & the Bad Seeds hanno rilasciato un album originale. Da Ghosteen, del 2019, Cave ha rilasciato alcuni progetti da solista, tra cui Carnage nel 2021, in collaborazione con Warren Ellis, membro insieme a lui dei Bad Seeds, e l’LP Seven Psalms nel 2022. Insieme a Ellis ha composto recentemente anche musiche originali per il film Blonde (2022) e per la serie tv Dahmer (2022), produzioni entrambe di Netflix. Per quelli tra noi più giovani, è forse più noto per il contributo alla colonna sonora della serie Peaky Blinders con Red Right Hand e del film Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 1 con O Children.

Nick Cave risponde a un fan: «Il mio piano per quest’anno è creare un nuovo album con i Bad Seeds».

Tutt’ora resta attiva la sua newsletter, The Red Hand Files, in cui risponde alle domande dei fan. L’ultima di queste chiede: «Com’è svegliarsi e sapere che hai scritto così tante canzoni meravigliose? Quali sono i tuoi piani per il 2023?». Cave non ci gira intorno: «Il mio piano per quest’anno è creare un nuovo album con i Bad Seeds». Ci spiega che il processo è iniziato la mattina del primo gennaio, e qualcosa è stato prodotto, ma «they aren’t very good». Racconta che sta attraversando una specie di blocco dello scrittore, l’impulso creativo è sepolto in qualche buco, addormentato, spera, non morto. La lettera, in conclusione, non risulta troppo ottimista.

Personalità cupa quasi da poeta maledetto, una vita difficile segnata dalla tossicodipendenza e recentemente dalla morte di due figli, una voce inconfondibilmente profonda e coinvolgente, Cave ha sempre sperimentato temi e suoni malinconici, a tratti sfiorando il macabro. La sua discografia è ampia, l’influenza nell’ambiente dell’alternative rock consolidata.

La domanda allora sorge spontanea: cosa possiamo aspettarci da questo nuovo progetto? La presenza dei Bad Seeds potrebbe darci delle indicazioni sul genere, e già dai toni della lettera possiamo presupporre che non sarà un album particolarmente allegro, ma del resto non ce lo aspetteremmo da uno come lui. Sarà terribile come dice, o rincuorerà i fan di vecchia data, sempre fedeli a lui e alla sua musica? Sarà un’ulteriore aggiunta al suo sound caratteristico e consolidato o qualcosa di completamente diverso? Ci lascia in sospeso, e intanto, alla fine della lettera, augura a tutti un buon anno nuovo.

ASCOLTA IL COMMENTO DEL NUOVO ALBUM IN PROGETTO DI NICK CAVE:

Articolo precedenteStato di agitazione all’Agenzia Dire contro il taglio di un terzo dei posti di lavoro
Articolo successivoUn gran casino di sentimenti condivisi e condivisibili con Whitemary al Locomotiv Club