Il tema della sicurezza online è di primaria importanza, soprattutto se applicato ad una società sempre più connessa e dipendente dall’utilizzo di internet. Navigare ogni giorno su vari siti, da pc e smartphone, espone i nostri dati personali al rischio di sottrazione da parte di malintenzionati. Non importa se per lavoro o per svago, visitare abitualmente i portali web richiede l’adozione di precisi accorgimenti per evitare di essere facili vittime di truffe online.

Bisogna capire che spesso avere un buon antivirus non basta. Come raccomandano anche i siti di casino blog, infatti, è essenziale adottare una serie di accortezze per non correre rischi inutili. Ecco alcune regole da seguire:

Passaggio da HTTP a HTTPS

Tutti gli utenti hanno a disposizione una sfilza di utili strumenti per imparare a riconoscere i siti sicuri. Un importante passo in avanti si è avuto con il passaggio dal protocollo HTTP a quello  HTTPS, in grado di offrire un maggior livello di protezione, circoscrivendo il più possibile i fattori di rischio.

Cercare inoltre all’interno del sito le informazioni che garantiscono una navigazione protetta tramite il ricorso ai certificati SSL (Secure Sockets Layer), un valido sistema per il criptaggio di tutti i dati scambiati sui server. Verificare la presenza di un’icona a forma di lucchetto nella barra degli indirizzi del browser consente di capire all’istante che le nostre informazioni sono al sicuro e non accessibili a terzi.

Continuare ad usare le impostazioni sulla privacy

I distributori, come del resto gli hacker, desiderano conoscere tutto dell’utente: entrambi possono carpire molte informazioni dalla navigazione e dall’uso dei social media. Tuttavia, ognuno può prendersi cura dei propri dati. Come notato da Lifehacker, sia i browser Web sia i sistemi operativi mobili hanno impostazioni per proteggere la privacy online dell’utente. I siti più importanti come Facebook hanno anche a disposizione impostazione per aumentare la privacy. Talvolta, queste ultime sono (deliberatamente) poco evidenti poiché le aziende vogliono che l’utente inserisca le informazioni personali per il loro valore commerciale. Assicurarsi di aver abilitato queste protezioni della privacy e di mantenerle attivate.

Navigare e giocare su siti sicuri

Essenziale è navigare su portali affidabili, sospettando sin da subito verso chi offre fantastiche promozioni a prezzi incredibilmente bassi, indipendentemente dal tipo di prodotto, che sia un cellulare o un paio di scarpe. Acquistare soltanto da siti verificati e possibilmente usare una carta di credito prepagata non associata ad alcun conto corrente. Efficace anche leggere le recensioni degli altri utenti prima di sottoscrivere un determinato servizio.

Nell’ambito del gioco online ci viene incontro lo Stato che grazie al contributo dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha predisposto una serie di misure volte a contrastare l’illegalità.

Assicurarsi che la connessione Internet sia sicura

Quando qualcuno è online in uno spazio pubblico, per esempio se si usa una connessione Wi-Fi pubblica, la rivista PCMag ha affermato che in quel momento non vi è un controllo diretto sulla sicurezza della rete stessa. Gli esperti aziendali di cybersecurity si preoccupano a causa degli “endpoint”, luoghi in cui una rete privata si connette con il mondo esterno. L’endpoint vulnerabile di ciascuno è rappresentato dalla connessione Internet locale. Assicurarsi che il proprio dispositivo sia sicuro e, in caso di dubbio, aspettare un momento migliore (per esempio finché non è possibile connettersi ad una rete Wi-Fi sicura) prima di fornire informazioni come il numero del proprio conto bancario.

Scegliere password complesse

Le password sono tra i punti più deboli nell’intera struttura della sicurezza su Internet, ma attualmente non vi sono soluzioni in merito. Il problema delle password è il seguente: gli utenti tendono a scegliere chiavi di accesso semplici per poterle ricordare (come “password” oppure “123456”), semplici da indovinare anche per i cyberladri. Scegliere password complesse, in modo che sia difficile risalirvi anche per i cybercriminali. Il software Password manager può essere utile per la gestione di più password in modo che l’utente non le dimentichi. Una password complessa è una password singolare e di difficile composizione, formata da almeno 15 caratteri, da varie lettere, numeri e caratteri speciali. Per chi volesse esistono anche generatori di password niente male.

Mantenere aggiornato il programma antivirus

Il software di sicurezza Internet non può proteggere contro ogni minaccia, ma eliminerà e rimuoverà la maggior parte dei malware, perciò bisognerebbe accertarsi che sia aggiornato. Assicurarsi di essere al passo con gli aggiornamenti del sistema operativo e con quelli delle applicazioni che si utilizzano, poiché costituiscono un elemento vitale per la sicurezza.

Prestare attenzione a ciò che si scarica

Uno degli obiettivi principali dei cybercriminali, è quello di condurre la vittima, col raggiro, a scaricare malware, programmi o app portatori di malware, oppure tentano di rubare informazioni. Questo malware può presentarsi sotto forma di app: dai giochi più scaricati a strumenti che controllano il traffico o le condizioni meteo.