Le difficoltà che la pandemia ha imposto al mondo della musica e degli spettacoli dal vivo sono note e hanno messo in ginocchio un intero settore. Ma nel solco del proverbiale “l’unione fa la forza”, in Emilia-Romagna 4 live club e 2 teatri si mettono insieme per una progettazione artistica inedita e condivisa. La regia è affidata ad Ater Fondazione, che ha creato il circuito “Biglia – palchi in pista per la musica dal vivo”. E il 21 ottobre ci sarà il primo tour del circuito, in particolare il progetto ON, composto da Sinigallia, Viterbini, Ice One, a cui seguirà la sonorizzazione del film Inferno a cura degli OvO e, in anteprima, il tour – per la prima volta insieme – Emma Nolde & Generic Animal.

La musica dal vivo si allea nel circuito “Biglia”

Sono il Locomotiv Club di Bologna, il Bronson di Ravenna, l’Off di Modena e il Circolo Arci Kessel di Cavriago (Reggio Emilia) i club che hanno dato vita alla rete, insieme al Teatro Comunale “Laura Betti” di Casalecchio di Reno e il Salone Snaporaz di Cattolica.
L’obiettivo dichiarato è proprio quello di «rispondere a una situazione economica, lavorativa e organizzativa di profonda crisi strutturale, facendo rete nel processo decisionale, progettuale e di proposta al pubblico», si legge nella nota di presentazione.
«Una delle missioni principali di Ater è quella di aiutare i piccoli – ha osservato Roberto De Lellis, direttore di Ater Fondazione – e quindi ci sembrava giusto che questo succedesse anche in un settore così duramente colpito che è quello dei live club».

Biglia mettere a confronto professionalità ed esperienze, interdisciplinarità culturale e sperimentazione musicale «per un susseguirsi di nuove traiettorie e collaborazioni, buone pratiche e progettualità condivise sui territori, con il coinvolgimento di diversi generi di pubblico, operatori e artisti».
L’ufficializzazione del progetto segue una fase sperimentale, svoltasi da aprile a giugno 2021, che si è concretizzata nell’ideazione e realizzazione di “FLOW – It’s bigger than Hip Hop”, un laboratorio di musica hip-hop dedicato alle giovani generazioni, sotto la guida di So Beast e Menny.

Ad inaugurare Biglia dal 21 al 24 ottobre sarà il progetto ON, un originale e potente trio composto da Riccardo Sinigallia, Adriano Viterbini e Ice One. Dopo un’anteprima romana, i tre artisti tornano in pista arricchendo la dimensione live con un’installazione di schermi su cui saranno proiettate le immagini in diretta delle loro mani sugli strumenti e diverse rappresentazioni grafiche del suono (oscilloscopi, analizzatori di spettro…), ma anche un coinvolgimento delle persone in sala. Il rituale prevede un unico presupposto: l’improvvisazione pura.

Dal 4 al 7 novembre, invece, per la prima volta sui palchi dei quattro live club del circuito saliranno due tra i più promettenti artisti italiani: Emma Nolde & Generic Animal. La prima – giovanissima polistrumentista, cantautrice e performer toscana – si è ritrovata catapultata nelle prime pagine dei giornali italiani grazie a “Toccaterra”, l’album d’esordio pubblicato da Woodworm/Polydor/Universal Music, tra elettronica, indie folk, nuovo cantautorato, pop influenzato da sonorità moderne e narrazioni fortemente intime e personali. Generic Animal, che all’anagrafe risponde come Luca Galizia, è anche lui giovanissimo ma con alle spalle già una collaborazione con La Tempesta Dischi per una canzone d’autore mista a trap, musica di difficile definizione, liquida e colorata, un pop lo-fi che attraversa età, generi e sentimenti.

ASCOLTA LE PAROLE DI ROBERTO DE LELLIS:

Articolo precedenteRap e fumetto: la storia di Notorious B.I.G.
Articolo successivoPlay list Puntata n. 35 di Domenica 12 Settembre 2021