#NeverMoreFreezing è il titolo della manifestazione di quest’anno per la Giornata Mondiale del Rifugiato indetta dalle Nazioni unite, che ha come tema centrale il senso di attesa, l’impressione di esilio, ma anche la speranza e il desiderio di rinascita. L’emergenza coronavirus ha portato tutte le persone a sperimentare, forse per la prima volta, uno stato di freezing, di blocco e di attesa.
Ma l’attesa è finita e sabato 20 giugno al Mercato Sonato a Bologna si tiene un evento musicale e performativo per promuovere la cultura dell’accoglienza e riflettere sul valore dell’integrazione.

Murubutu al Mercato Sonato

Tra gli artisti che si esibiranno ci sarà anche Murubu, che proporrà uno spettacolo legato alla presentazione del libro uscito il 6 febbraio, realizzato assieme al disegnatore Ernesto Anderle, meglio conosciuto come Roby il Pettirosso. Roby impreziosirà il live di Murubutu con un live paintings delle sue canzoni più significative. Un’immersione nelle storie cantate da Murubutu attraverso una nuova prospettiva e un’inusuale dimensione. Un libro che decifra la musica in arte visiva diventando veicolo di messaggi fruibili da tutti, grandi e più piccoli.
Non poteva essere altrimenti, per l’artista che fin dai primi concept album, ci ha abituati ad immergerci nei suoi racconti partendo dalla copertina presentata sottoforma di libro.

Murubutu durante questo lockdown non ci ha lasciato a bocca asciutta. Il 31 marzo la Glory Hole Records ha pubblicato “Infernum“, il primo concept album collaborativo con Claver Gold. Due tra le migliori penne del panorama rap italiano intraprendono un viaggio musicale tra le atmosfere e i personaggi più suggestivi della prima delle tre cantiche del poema di Dante, con il duplice obiettivo di leggere la contemporaneità e tributare la grande opera del padre della lingua italiana.
I personaggi della Divina Commedia sono ripresi ed attualizzati, rimandando ad rilettura della realtà attuale attraverso un grande classico della letteratura.

Ileana Caselli

ASCOLTA L’INTERVISTA A MURUBTU: