Bologna, Cantina Bentivoglio, ore 22 Laboratorio Orchestrale “Bologna in Jazz” Michele Corcella, composizione, direzione; Federico Pierantoni, trombone; Cristiano Arcelli, sax alto, flauto; Alfonso Deidda, sax alto, clarinetto; Marcello Allulli, sax tenore; Glauco Venier, pianoforte; Stefano Senni, contrabbasso; Alessandro Paternesi, batteria / con la partecipazione degli studenti selezionati del conservatorio “G. B. Martini” di Bologna

il protagonista …

Michele Corcella si è laureato al DAMS dell’Università di Bologna, con una tesi sulle colonne sonore di Duke Ellington, ed ha conseguito i diplomi accademici di primo e secondo livello in Musica Jazz e Musica ad indirizzo multimediale, presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna. Ha inoltre studiato direzione d’orchestra all’Accademia Internazionale di Imola “Incontri col Maestro”. E’ stato vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali di composizione e arrangiamento per Big Band e orchestra sinfonica quali Eddie Lang (2009), 2 Agosto (2009), Jazzverk (2010), Bargajazz (2012), Scrivere in Jazz (2014), Siae Libera il Jazz (2015), European Jazz Composers Competition (2018). Nel corso della sua carriera ha collaborato con Kenny Wheeler, John Taylor, David Liebman, Anders Jormin, Jules Buckley, Maria Pia De Vito, Diana Torto, Daniele Scannapieco, Alfonso Deidda, Rosario Giuliani, Gianluigi Trovesi, Gianluca Petrella, l’Orchestra Jazz della Sardegna e, in ambito classico, con Mario Brunello, l’Altenberg Trio Wien e l’Orchestra Sinfonica del Teatro Comunale di Bologna.Dal 2011 ha stretto un sodalizio artistico col pianista e compositore Glauco Venier,

Glauco Venier pianofoerte

iniziato con la produzione “Antiche Danze e Canti Italiani”, una suite arrangiata a quattro mani con Michael Abene per doppia orchestra: la WDR Big Band e la WDR Funkhausorchester. Il progetto, ripreso e revisionato nel 2012, e impreziosito dalla presenza di Norma Winstone alla voce solista, è stato pubblicato in CD/DVD dall’etichetta Artesuono col titolo Symphonika. Da questa esperienza è nato L’Insiùm, un orchestra-laboratorio di dodici elementi di cui fanno parte alcuni dei migliori solisti italiani di jazz. L’ensemble ha pubblicato nel 2018 il CD Mainerio sempre per Artesuono e, ancora una volta, con la presenza di Norma Winstone alla voce. Dal 2015 è il direttore della Martini Big Band, l’orchestra jazz del Conservatorio di Bologna, specializzata nella riproposizione dei grandi capolavori del jazz orchestrale quali Porgy & Bess, nella celeberrima versione di Miles Davis e Gil Evans, la New Orleans Suite, con le partiture ricostruite direttamente dai manoscritti originali di Duke Ellington, e, recentemente, alcune pagine del repertorio della Liberation Music Orchestra di Charlie Haden e Carla Bley. Attualmente è impegnato in un progetto col noto pianista e compositore Enrico Pieranunzi intitolato Blues on Bach: John Lewis e il Modern Jazz Quartet, per trio jazz e orchestra sinfonica, e già inserito nei cartelloni del MetJazz, Bologna Jazz Festival, Pescara Jazz e Piacenza Jazz Festival. Michele Corcella è considerato uno dei massimi esperti della musica di Duke Ellington ed ha partecipato come relatore alle ultime tre edizioni del Duke Ellington International Conference (Amsterdam 2014, New York 2016, Birmingham 2018) e alle due ultime edizioni dell’International Jazz Composers Symposium (Tampa, Florida, 2017 e Greeley, Colorado, 2019), dove ha anche tenuto una masterclass sulla musica di Gil Evans. E’ titolare della cattedra di composizione jazz presso il conservatorio Antonio Buzzolla di Adria.

Articolo precedenteCura delle mani in inverno: quali accorgimenti?
Articolo successivoLadies in Punk: FluArt contro la violenza