Da domani a domenica 30 ottobre un ciclo di iniziative inaugura la prima stagione di “Mercato Sonato”, l’ex mercato del San Donato, casa dell’Orchestra Senzaspine. Domenica pomeriggio prove aperte e la possibilità per i cittadini di dirigere l’orchestra.

Il mercato di San Donato, posto ai piedi del ponte, nel punto in cui il centro e la periferia nord-est di Bologna si incontrano, è stato in anni lontani il “supermercato” del quartiere che, con l’avvento dei veri supermercati, ha subito un lento ma inevitabile declino commerciale. Oggi, alla presentazione del progetto Mercato Sonato , delle vecchie botteghe era aperto solo il salumiere, la memoria storica del luogo, ma il mercato oggi è pronto per rinascere a nuova vita.
 
L’Associazione Senzaspine, vincendo il bando del Comune di Bologna Incredibol!, ha avuto in gestione questo spazio per curarne la riqualificazione urbana e culturale. L’obiettivo è ambizioso: rendere il vecchio Mercato un centro polifunzionale, un luogo di incontro dove condividere la cultura in tutte le sue forme, dando nuova centralità urbana alla musica classica e alle sperimentazioni.
 
L’associazione – che attraverso il suo nome lancia il messaggio “la musica classica non punge” – nasce infatti come la casa dell’Orchestra sinfonica Senzaspine, composta da oltre 200 musicisti classici under 35, guidata da Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani che l’hanno fondata nel 2013 con il duplice intento di dare a giovani musicisti usciti dal Conservatorio un futuro professionale e ri/avvicinare i giovani  alla musica classica.   
 
Ma il Mercato Sonato, diventato circolo Arci, sarò molto di più che la sede che ospiterà le prove dell’orchestra (fino ad oggi realizzate in diversi spazi concessi temporaneamente), sarà un luogo aperto alla cittadinanza – a partire dalla possibilità di assistere alle prove – dove fioriranno varie iniziative artistiche e artigianali e, soprattutto, pronto ad accogliere nuove proposte progettuali “dal basso”, tanto che saranno distribuite 500 cartoline e messaggi ad hoc sui social media per sentire concretamente la voce e i desiderata degli abitanti e delle realtà del Quartiere. 
L’Assessore Matteo Lepore ha sottolinato l’unicità di questo progetto a livello nazionale, augurandosi possa diventare un modello da seguire.  
 
Il 28, 29 e 30 ottobre il Mercato Sonato inaugurerà concretamente con una serie di variegate iniziative, fra le quali naturalmente concerti, ma anche teatro e laboratori, in un assaggio di quello che vuole essere il futuro del vecchio Mercato San Donato.
 
Tommaso Ussardi racconta ai nostri microfoni come è nata l’Orchestra Senzaspine e come hanno affrontato la sfida che ha come obiettivo la riqualificazione urbana e culturale di uno spazio e del territorio che lo ospita.

Angela Zocco