Si è da poco conclusa la selezione delle opere finaliste e dei giurati per la prima edizione di “Mente Locale Young- Le scuole italiane raccontano il territorio”, un concorso nazionale che seleziona il meglio della produzione audiovisiva realizzata in ambito scolastico, e che mira alla valorizzazione del territorio nazionale attraverso la narrazione cinematografica. Sono due le scuole del territorio arrivate in finale: il Liceo Laura Bassi di Bologna e il Liceo Rambaldi-Valeriani di Imola (Bo).

Il territorio italiano raccontato dal concorso Mente Locale Young

Il concorso Mente Locale Young è stato organizzato da CARTA|BIANCA APS e finanziato da MiC e MIUR tramite il bando nazionale “Cinema per la Scuola-Buone Pratiche, Rassegne e Festival” 2019, ed è nato dall’esperienza di Mente locale-Visioni sul territorio, un festival internazionale rivolto alla promozione e valorizzazione del territorio, attraverso la narrazione audiovisiva.

A questa prima edizione, c’è stata la partecipazione di 141 film, provenienti dalle scuole di ogni ordine e grado di tutta Italia, e tra questi ne sono stati selezionati 14, tra cui due realizzati da scuole del territorio, il Liceo Laura Bassi di Bologna e il Liceo Rambaldi-Valeriani di Imola (Bo).

Sono invece 700 gli studenti di istituti secondari di primo e secondo grado, provenienti da tutto il territorio nazionale, che andranno a comporre la giuria “Young” del festival, che affiancherà una giuria professionale “Senior”, composta dai bolognesi Roy Menarini, critico cinematografico e professore universitario, Enza Negroni, regista, sceneggiatrice e produttrice e Riccardo Palladino, filmmaker, saggista e docente. I 700 studenti che compongono la giuria “Young”, vista la mole e la varietà dei lavori in concorso, sono stati divisi in due gruppi, uno formato da ragazze e ragazzi degli istituti secondari di primo grado, e l’altro da studenti degli istituti secondari di secondo grado. Entrambi i gruppi stanno frequentando un percorso didattico ad hoc, previsto dal festival, riguardante il linguaggio audiovisivo e la critica cinematografica, tenuto da Roy Menarini e Riccardo Palladino. Il film che riceverà il maggior punteggio complessivo, sommando quelli assegnati dai due gruppi, riceverà il premio di 500 euro della giuria “Young”.

Dall’altra parte, la giuria professionale “Senior” assegnerà tre premi, tutti dal valore di 500 euro: alla miglior opera in concorso, alla miglior recensione scritta dagli studenti delle medie, alla migliore recensione scritta dagli studenti delle superiori.

Inoltre attraverso la collaborazione con Cefa Onlus, è stato possibile organizzare anche una terza giuria, composta da giovani tunisini, di età tra gli 11 e i 17 anni; anche loro sono coinvolti in un progetto di formazione cinematografica in lingua francese, organizzato dalle associazioni partner CEFA ArtRue e Sentoiers-Massarib. La loro valutazione delle opere sarà sommata a quella delle giurie Young; inoltre insieme alle giurie formate dagli studenti delle scuole medie, la giuria Cefa concorrerà al premio per la miglior recensione.

I 14 film selezionati comporranno il festival che si svolgerà dal 3 all’8 maggio, con una replica per i vincitori che si terrà il 9 maggio; sarà visibile in streaming, gratuitamente, e accessibile da tutta Italia su Docacasa.it, piattaforma creata dall’associazione DER Documentaristi dell’Emilia-Romagna.

Questo il link per un accesso diretto: https//:festival-mente-locale-young.docacasa.it

Chiara Moffa

Articolo precedenteLa gara di Slovenia e Russia all’Eurovision Song Contest 2021
Articolo successivoA Salt Peanuts pianoforte a 8 mani