Salvatore Callerami, classe 1988, di Catania, è un fumettista autodidatta, socio e presidente dell’ass. Culturale “Cuori d’inchiostro” con cui pubblica nelle riviste antologiche “CDM” e “Decidioru” e nel 2010 ha partecipato alla mostra “Nel segno di Andrea Pazienza”. Nel 2014 pubblica “Dandelion” per Shockdom edizioni, con cui collabora di nuovo nel 2019 per la pubblicazione di “Lui e l’orso”, l’ultimo progetto di Salvatore presentato anche al Lucca Comics and Games di quest’anno.
La storia, nata nel 2015 da illustrazioni comiche sul web, racconta la vicenda di due ragazzi, Diego e Simone, apparentemente distanti tra loro ma che con il tempo si scoprono innamorati. I due sono ufficialmente una coppia, ma come spesso accade nelle relazioni i dubbi si insinuano e gli equivoci risvegliano vecchie gelosie. Così Simone, il piccoletto romantico, viene spinto a ricorrere all’aiuto di Susanna, cartomante e strega urbana, che gli prepara una pozione della verità per mettere finalmente fine a tutti i suoi dubbi e insicurezze. La pozione ha effetti imprevedibili e costringerà l’innamorato a correre velocemente ai ripari, prima dell’attesa cena di famiglia a casa di Diego. Il tutto viene condito dagli altri personaggi secondari, che influenzano la vita dei due amanti. Dall’arzilla nonna di Simone accompagnata dal pappagallo Britney che dice sempre quello che non deve dire, a Melissa, la ragazza transessuale amica di Diego; dalla svampita Carlotta, al conturbante vicino di casa.
Nato come un gioco e come una modalità per fare coming out con tutti i lettori che seguivano da tempo l’autore, “Lui e l’orso” affronta le tematiche lgbtq+ con leggerezza e ironia, proprio per abbattere pregiudizi, ignoranza e razzismo.
Tra gli altri progetti di Salvatore, uno di quelli che ha riscosso più successo è quello delle Sailor Bears, gruppo di uomini barbuti e corpulenti che per combattere l’omofobia si travestono da guerriere Sailor, paladine della giustizia.
Rachele Copparoni

ASCOLTA L’INTERVISTA A SALVATORE CALLERAMI: