Il Cassero lancia un opuscolo con i segni zodiacali per ribadire l’importanza della prevenzione e invita tutti a sottoporsi al test.

Oggi, primo dicembre, è la Giornata Mondiale per la Lotta contro l’Aids, malattia che miete ancora troppe vittime e presenta infatti dati inquietanti.  Basti pensare che in Italia ogni anno si registrano 4000 nuovi casi di infezione da hiv: 12 ogni giorno, uno ogni due ore.
In tutto il Paese si moltiplicano le iniziative e le campagne di informazione per accrescere la conoscenza sui vari aspetti della malattia, migliorare la prevenzione e sostenere la ricerca.

A Bologna il Circolo Arcigay Cassero promuove diverse iniziative. Prima fra tutte una campagna informativa, contenuta in un opuscolo, che prende a prestito lo zodiaco. Dodici segni con altrettante previsioni per il futuro dell’amore e soprattutto del sesso, all’insegna della prevenzione.

Le iniziative del Cassero sono cominciate allo scoccare della mezzanotte di questo giovedì 1 dicembre. Durante la festa che si svolge tutti i mercoledì notte, infatti, gli attivisti del circolo hanno dato vita ad un flash-mob per invitare i partecipanti ad effettuare il test dell’hiv.
Nel pomeriggio di oggi, invece, banchetto informativo in piazza Ravegnana ed iniziativa a sorpresa domenica prossima, alle 13.30 in piazzale Medaglie d’Oro, davanti alla stazione centrale.

Secondo Sandro Mattioli, responsabile Salute del Cassero, raggiunto ai nostri microfoni, l’informazione di base sull’infezione da hiv c’è. Quello che manca è, invece, una consapevolezza completa, poiché prevale invece la rimozione psicologica.
Giudizio duro, invece, sulle campagne di informazione e sensibilizzazione in materia, che si sono succedute in questi anni: “A parte forse un paio, non so se sperare che vengano fatte più campagne o non ne vengano più fatte”, afferma Mattioli.

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoRevisionismo e negazionismo, quale Giornata della Memoria?