In un recente articolo abbiamo approfondito la branca della fisiatria, la quale ha un aspetto in comune con un settore medico di cui parleremo oggi, ovvero l’ortopedia. Fisiatra ed ortopedico sono due figure mediche distinte, nonostante entrambi siano professionisti dell’apparato locomotore. La differenza tra queste due professioni emerge in ambito terapeutico, mentre il primo rispettivamente tratta le patologie dell’apparato locomotore attraverso tecniche conservative, l’ortopedico diversamente può intervenire mediante cure chirurgiche, effettuate in prima persona.

Che cos’è l’ortopedia?

L’ortopedia più specificatamente è una branca specialistica della chirurgia dedicata allo studio e del trattamento delle patologie dell’apparato muscolo-scheletrico (o locomotore). Quest’ultimo ha sostanzialmente tre funzioni principali: offrire supporto e sostegno al corpo umano; proteggere gli organi vitali interni e permettere qualsiasi tipo di movimento del corpo.

Le competenze dell’ortopedico quindi riguardano principalmente la fisiologia e l’anatomia delle ossa, legamenti, cartilagini, legamenti e muscoli; nonché gli infortuni e le malattie a carico dell’apparato locomotore. Inoltre questa figura medica si occupa delle terapie chirurgiche, ma anche conservative, da adottare nei casi citati precedentemente e del percorso di riabilitazione utile alla ripresa da infortuni, malattie o interventi chirurgici di diverso tipo. Come ultimo aspetto, ma non per importanza, l’ortopedico si dedica alla prevenzione di patologie che possono interessare l’apparato in questione.

Quando contattare un ortopedico?

Le principali ragioni secondo le quali è consigliabile contattare un ortopedico sono:

Presenza di dolori articolari o gonfiori/formazione di lividi in seguito ad una distorsione o lussazione;

-Sospetto strappo muscolare;

-Probabile frattura ossea;

-Presenza di persistente dolore alla schiena;

Difficoltà a compiere attività semplici come fare le scale o portare borse della spesa;

Deformità delle articolazioni;

Ortopedico a Bologna

E’ fondamentale affidarsi nelle mani giuste e scegliere con cura una struttura adeguata alle nostre esigenze nella quale effettuare questo tipo di visite specialistiche.

Una delle strutture storiche a Bologna nella quale vengono eseguite attività fisioterapiche è il Poliambulatorio Descovich Bologna, in attività da 60 anni. Il poliambulatorio costituisce un riferimento importante e crescente per i cittadini, caratterizzato dalla costante fidelizzazione dei pazienti che accedono alla struttura e dalla crescente capacità di risposta del Poliambulatorio alle esigenze e ai bisogni in primis della cittadinanza ma anche alle necessità programmatorie dell’Azienda Sanitaria Locale con la quale il Poliambulatorio è convenzionato.

La struttura si caratterizza per le mirate prestazioni disponibili in ambito ortopedico come: la visita specialistica, l’iniezione di sostanze terapeutiche ed ecoguidate, l’iniezione di sostanze terapeutiche rachide con Ozono. In aggiunta è disponibile il video consulto in ortopedia direttamente da casa.

Ricordiamo che al giorno d’oggi è sempre più facile prenotare una visita medica o un consulto, anche online attraverso un semplice click.

Articolo precedenteLà-bas, en Algérie: storia e memoria per i 60 anni dalla fine della Guerra d’Algeria
Articolo successivoNella nuova “piazza Lucio Dalla” il Festival DiMondi da luglio a ottobre