Lo scoppio della pandemia di Covid-19 oltre ad aver stravolto la nostra vita in tutti i sensi, ci ha fatto ragionare su diverse questioni, una delle quali è inevitabilmente l’importanza della salute. La crisi sanitaria mondiale e i numerosi lockdown che abbiamo affrontato nel corso degli anni ci hanno decisamente aperto gli occhi su aspetti che precedentemente venivano sottovalutati, quali ad esempio la salute mentale/psicologica o la tutela della salute fisica in caso di malattie infettive improvvise. Di conseguenza, dopo il 2020, è cresciuto inesorabilmente l’interesse degli italiani nei confronti di polizze sanitarie.

Nell’articolo di oggi infatti parleremo di UniSalute, una società assicurativa specializzata nella sanità nata nel 1988, facente parte del gruppo internazionale Unipol.

Cos’è e come funziona UniSalute?

Come già anticipato UniSalute non è altro che una società assicurativa focalizzata nel campo sanitario, la quale gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa. In questo modo UniSalute permette di integrare i servizi già messi a disposizione ai cittadini dal Servizio Sanitario Nazionale ampliando quindi le prestazioni mediche accessibili.

Sottoscrivendo una polizza con UniSalute, si potranno prenotare visite mediche di qualsiasi tipo (ad esempio da specialisti o esami diversi rispetto a quelli di routine) e la stessa società assicurativa si occuperà del saldo parziale o totale delle suddette prestazioni.

Il cliente quindi potrà ricevere cure mediche in strutture convenzionate, le quali prestazioni verranno pagate direttamente da UniSalute oppure in strutture non convenzionate, dove il cliente dovrà anticipare le spese per le cure mediche ricevute e solo in seguito richiedere il rimborso. Per inoltrare la richiesta sarà necessario fornire, in via telematica o per posta, la documentazione necessaria che attesta le cure ricevute.

A chi è rivolta UniSalute?

Questo tipo di copertura sanitaria è a disposizione per chiunque ne fosse interessato. Ne hanno diritto i privati cittadini, i quali possono decidere che pacchetto “acquistare”, per cui essere coperti in base alle proprie esigenze.

Diversamente, nel caso in cui si fosse dipendenti e il contratto lavorativo prevedesse una copertura sanitaria aggiuntiva, le prestazioni sarebbero predeterminate e si troverebbero nella polizza assicurativa firmata dall’azienda con UniSalute.

UniSalute a Bologna

Una delle strutture storiche a Bologna convenzionata con UniSalute è il Poliambulatorio Descovich Bologna, in attività da 60 anni. Il poliambulatorio costituisce un riferimento importante e crescente per i cittadini, caratterizzato dalla costante fidelizzazione dei pazienti che accedono alla struttura e dalla crescente capacità di risposta del Poliambulatorio alle esigenze e ai bisogni in primis della cittadinanza ma anche alle necessità programmatorie dell’Azienda Sanitaria Locale con la quale il Poliambulatorio è convenzionato.

Articolo precedenteUltima puntata – Undicesima stagione
Articolo successivoCirco al Castello: l’arte circense arriva in Appennino