Stamattina, nella Sala Stampa della Città Metropolitana si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della prima edizione di Liber Paradisus, una nuova rassegna organizzata dall’Arci San Lazzaro in collaborazione con Paradiso Jazz, Porretta Prog e Reno Folk Festival.

In questi tempi di distanziamento sociale forzato per far fronte all’emergenza sanitaria, il Circolo Arci San Lazzaro, nella totale osservanza delle regole di sicurezza vigenti, ha deciso di programmare nella Sala Paradiso una rassegna di 12 concerti nei quali i generi, gli stili e i linguaggi musicali si avvicinano e parlano tra loro: dalla tradizione della Filuzzi, alla canzone italiana storica e contemporanea con artisti di fama nazionale, dal jazz al rock demenziale e ironico, dal teatro-canzone alla classica e alla world-music, dal folk di tradizione europea fino al rock progressive italiano di fama internazionale.

Musica liberata dalla schiavitù degli schemi delle proposte uniche quindi, da qui il riferimento al “Liber Paradisus”, il Libro Paradiso  contenente il testo di legge emesso nel 1256 dal Comune di Bologna con cui si proclamò l’abolizione della schiavitù e la liberazione dei servi della gleba.

Abbiamo intervistato Marco Coppi, direttore artistico di Paradiso Jazz e Porretta Prog, che ci ha presentato il programma e il calendario della rassegna.

Il calendario dei concerti

La rassegna ha inizio venerdì 16 ottobre con il concerto del cantautore livornese Bobo Rondelli, e coinvolgerà volti più e meno noti del panorama musicale italiano ed europeo. Spuntano i nomi di Omar Pedrini, i L’Orage, i Gem Boy, fino ad arrivare a Bobby Solo, una delle voci e degli interpreti che hanno portato in Italia la cultura della musica americana fondendo gospel, blues, rock and roll e country d’autore.

Ma non finisce qui! Gli ospiti che si alterneranno sul palco fino al 28 novembre saranno numerosi.

Qua sotto trovi il calendario completo dei concerti in programma.

Gli spettacoli si terranno nella Sala Paradiso nel rispetto delle normative di contrasto al Covid con una capienza massima di 240 spettatori (salvo nuove restrizioni).

Per maggiori informazioni ascolta la nostra intervista a Marco Coppi e visita il sito www.salaparadiso.it

ASCOLTA L’INTERVISTA A MARCO COPPI: