Grazie alle politiche energetiche portate avanti dal Governo a vantaggio delle compagnie petrolifere, Matteo Renzi ha conquistato il poco ambito premio che Legambiente assegna ai nuovi pirati del mare. Via libera alle trivellazioni e all’utilizzo dell’Airgun. “Scelte scellerate”, secondo l’associazione ambientalista, con cui “si stanno ipotecando circa 130mila kmq di aree marine”.

Continua a leggere su Sottobosco.info 

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61