Musica e immagini, note e cinema. Un rapporto speciale che ha regalato splendide colonne sonore, capaci di vivere di luce propria, dando ancora più enfasi e magia al lavoro dei migliori registi del mondo. Tali, a volte, da fare sospirare i musicisti nostrani, tra il serio e il faceto: “Dovevo fare del cinema!”.

Ecco un elenco con i dieci migliori “theme song”, più una…sorpresa finale.

10 – IL PADRINO – È la mano dell’italiano Nino Rota, scomparso proprio 40 anni fa, con la direzione artistica di Carlo Savina, a firmare la theme song della pellicola. Uscita nel 1972 sotto la regia di Francis Ford Coppola e interpretata da Marlon Brando e Al Pacino. Un tema epico, per una storia che si sviluppa tra Sicilia e Stati Uniti d’America, impossibile da dimenticare.

9 – PROFONDO ROSSO – Siamo nel 1975 e questo è forse il film più conosciuto del maestro italiano del brivido: Dario Argento. A rendere speciale il lavoro la canzone degli italiani Goblin, storico gruppo di rock progressive.

8 – RITORNO AL FUTURO – Tutt’altro clima si respira nelle note di “Back to the future”. Ad accompagnare Doc e Marty nei loro viaggi avanti e indietro nel tempo è il lavoro di Alan Silvestri, storico sodale del regista Robert Zemeckis.

7 – STAR WARS – Per un grandissimo classico del cinema, non poteva che essere la musica classica il riferimento. Dietro la magia che fa da sottofondo alle avventure della principessa Leila e del suo entourage, iniziate con il primo episodio nel 1977, c’è la mano di John Williams. Partito dall’idea datagli dal regista George Lucas, su partiture operistiche, è arrivato a creare una theme song senza tempo, dove riecheggiano richiami a Holst e Puccini e Stravinsky.

6 – PIRATI DEI CARAIBI – Un’altra saga, quella della Disney, dedicata ai pirati con atmosfere epiche ma dotate di un certo umorismo, come si conviene al regista Gore Verbinski. Un lavoro, quello sulle note, frutto della fantasia di Klaus Badelt.

5 – I MAGNIFICI SETTE – Dai pirati al Far West, immortalato in tutto il mondo nel film del 1960 del regista John Sturges. Cavalcate, sparatorie e misteri resi perfettamente, sul pentagramma e nel cuore degli spettatori, dalla trascinante musica di Elmer Bernstein, nominata al premio Oscar è ancora famosissima nonostante i quasi sessant’anni trascorsi.

4 – INDIANA JONES – La serialità è spesso sintomo di grande musica, oltre che di grande cinema. Ne è un esempio la saga di Indiana Jones, iniziata nel 1981. L’inconfondibile theme song, carica di eroismo e pathos, è frutto dell’abilità di John Williams, lo stesso grande compositore che abbiamo già incontrato alla settima posizione.

3 – JAMES BOND – Entriamo nelle zone davvero calde della classifica. Qui c’è l’elegante colonna sonora di John Barry. Composta nel 1962 per adattarsi all’eleganza e allo stile di quella che è considerata un’icona del cinema mondiale: James Bond. Ascoltandola a occhi chiusi non potrete non immaginare Sean Connery a Las Vegas per… Una cascata di diamanti.

2 – MOMENTI DI GLORIA – Un altro grande compositore classico, il greco Vangelis, è la mente che ha partorito “Chariot of fire” inconfondibile theme song di “Momenti di gloria”. Film del 1981 diretto da Hugh Hudson, la pellicola vinse l’Oscar come miglior film. Analoga statuetta andò anche al compositore Vangelis per una theme song diventata con il tempo la colonna sonora di ogni evento sportivo.

1 – IL BUONO, IL BRUTTO E IL CATTIVO – In cima alla nostra classifica delle migliori theme song della storia del cinema c’è ancora il Far West, capace, con la sua carica epica, di affascinare intere generazioni. Merito anche di compositori straordinari, come l’italiano Ennio Morricone. C’è la sua mano dietro al capolavoro musicale che accompagna l’opera cinematografica del 1966, frutto di un altro genio di casa nostra: Sergio Leone.

E LA SORPRESA FINALE. Finito? No. C’è un altro lavoro, una sorta di…fuori classifica, che non può davvero mancare. Impossibile metterlo in competizione con altri capolavori: a volte, ci sono cose che sono uniche, e lì vanno lasciate. È il caso della theme song che accompagna il capolavoro di Stanley Kubrick: 2001 – ODISSEA NELLO SPAZIO (1968). Musica senza tempo, capace di portare altrove e di guardare dentro l’animo dello spettatore.