In onda da lunedì a venerdì alle 12.30 per un costante aggiornamento sugli eventi previsti a Bologna.

GLI APPUNTAMENTI DI MERCOLEDÌ 10 LUGLIO

Last Minute è realizzato in collaborazione con Bolobazzalive eventi e concerti in Emilia Romagna social net per la musica e la cultura fai da te a bologna ed in Emilia Romagna.

bolobazzalive eventi e concerti

MUSICA

ore 19 Giardini del Cavaticcio – via Azzo Gardino 65, AFA. Mark de Clive-Lowe & Tommaso Cappellato with special guest Nia Andrews. Tutti  imercoledì, Afa è il cartellone di serate a tema a cura di Ex Forno, LED  X  e  Revolver  Heartbreak,  con  dj-set di innovativi esponenti della cultura  elettro-dance  locale  e  nazionale. Stasera: Mark de Clive-Lowe & Tommaso Cappellato with special guest Nia Andrews.
Ingresso gratuito.

ore 21 Bolognetti Rocksvicolo Bolognetti 2, Tom Tom Club Live. Arriva una delle bands più influenti e divertenti degli anni ’80: i Tom Tom Club di Chris Frantz e Tina Weymouth, fondatori e sezione ritmica anche dei Talking Heads! Hanno fatto ballare intere generazioni con i singoli Wordy Rappinghood e Genius of Love, presentano il nuovo album dopo 12 anni Downtown Rockers. Ingresso a offerta libera. A  seguire:  Popcorn. Ultra Pop Night, ogni mercoledì le migliori hit del momento.

BOtanique 4.0 ore 21 Giardini di via Filippo Re. Three In One Gentleman Suit + Phinx. Dieci  anni di vita, 3 dischi, centinaia di concerti in giro per l’Italia e l’Europa,  e  un  terremoto  che  ha  distrutto  la  loro sala prove, ma ha solamente aumentato la voglia di musica dei Three In One Gentleman Suit. Da  Finale  Emilia  una  delle  band  più  rappresentative dell’alternative italiano  arriva  sul  palco del BOtanique con Pure, il loro ultimo album e con  valanga  rock  che  solo  chi  li  ha  visti dal vivo sa descrivere. A seguire: Phinx. Ingresso gratuito.

ore 21.15 Parco della Montagnola – Piazza VIII Agosto. Matteo Sabattini Alex Pryrodny New York Quintet. Il  saxofonista  Matteo Sabattini e il pianista Alex Pryrodny presenteranno un programma molto personale e coinvolgente. I brani saranno principalmente composizioni   originali   con   arrangiamenti  a  volte  lirici,  a  volte trascinanti.  La  musica del quintetto, avendo naturalmente profonde radici nella  musica  jazz,  sconfina  anche  in  ritmi  e idee prese dalla musica classica,  pop,  rhythm  &  blues,  e  world  music. Matteo Sabattini – Sax Contralto; Alex Pryrodny – Pianoforte; Jeremy Bruyère – Contrabbasso; Jera Lippi – Batteria. Ingresso gratuito.

EVENTI

ore 18 Giardino del Guasto, via del Guasto/angolo via Belle Arti Diventare un esploratore in tutti i sensi. Giochi,  storie,  prati,  strade,  cinema,  foglie,  libri,  puzze, colori, insetti,  avventure da ascoltare, guardare, toccare, gustare, annusare. I pomeriggi per diventare un esploratore in tutti i sensi. Evento  per bambini dai 5 agli 11 anni a cura di Schermi&Lavagne e Cineteca di Bologna. Sali la scala di via del Guasto, all’angolo con via delle Belle Arti. Il costo è di € 7 a bambino. I posti sono limitati, il modulo di iscrizione si trova su: www.cinetecadibologna.it/schermielavagne/estatebimbi2013/cinemagiardino2013. http://associazionegiardinodelguasto.blogspot.it/

ore 20 Museo per la Memoria di Ustica – via di Saliceto 3/22 Visita guidata al Museo per la Memoria di Ustica, in occasione della rassegna Arte Memoria Viva. Orario di apertura: dalle 17 alle 24 con
visita guidata speciale alle ore 20. L’installazione  permanente  di  Christian Boltanski incornicia i resti del
DC9 precipitato in mare il 27 giugno 1980 mentre si dirigeva verso Palermo. Tornato in città, il relitto dell’aereo si può ora vedere nell’allestimento suggestivo  ed evocativo che l’artista francese ha generosamente creato per Bologna. L’ingresso al museo è gratuito, la visita guidata ha un costo di € 4.

ore 20:30 Cimitero della Certosa – via della Certosa (lato Chiesa) Otto e Novecento: cambia il gusto in città. Passeggiata  notturna in Certosa. Tra l’Otto e il Novecento Bologna conobbe grandi  cambiamenti:  dallo  Stato  della  Chiesa  al Regno d’Italia, dalla cultura  Neoclassica  alle  correnti  moderne. Attraversando  le  sale e i chiostri  della  Certosa,  ammirando  dipinti  e sculture, ripercorreremo i grandi cambiamenti che hanno fatto di Bologna una città moderna. La   visita   è  organizzata  dall’Associazione  Didasco  che  richiede  un contributo  di 8€ per adulti e 4€ per bambini sotto i 12 anni.

Alle 21 al Bardamù, in via Roma 12/a a Calderara di Reno. Doppio appuntamento. Presentazione del progetto GAS Gruppi di Acquisto Solidali a cura di Il Biologico a Bologna! Da settembre si potranno ordinare prodotti (frutta, verdura, pane di pasta madre, farina e pasta di grani antichi, olio extravergine di oliva, riso, salse, succhi di frutta, marmellate, biscotti dolci e salati, contorni e patè di verdure) provenienti prevalentemente da piccole aziende a Km0 e ritirali al bardamù durante una serata dedicata. Ne parleranno Maxime Beguine (Il Biologico a Bologna) e Franco Pedretti, titolare di un’azienda agricola di Prunaro di Budrio che coltiva frutta e verdura con il metodo dell’agricoltura biodinamica. E come ogni mercoledì Lezione Gratuita di ZumbaFitness sempre a partire dalle 21.

ore 21 Cortile dell’Archiginnasio – Piazza Galvani 1. Leandro Arpinati, di Brunella Dalla Casa. Intervengono Roberto Balzani e Michele Smargiassi. Anarchico,  interventista,  fascista  della prima ora, amico, conterraneo e spalla  di Mussolini, Leandro Arpinati (1892-1945) è stato una delle figure principali,  e  dal  destino  più insolito, nel regime fascista. Capo dello squadrismo  bolognese, vicesegretario del partito e podestà di Bologna, poi sottosegretario  (cioè  di  fatto  ministro) agli Interni, Arpinati terminò
bruscamente  la  sua  carriera  quando,  nel  1933, fu rimosso e spedito al confino.   Estromesso   dai  palazzi  del  potere,  finì  isolato,  ma  non dimenticato,  nella  sua  tenuta  alle porte di Bologna. Dopo l’8 settembre 1943  rifiutò  l’offerta  di  tornare  a  collaborare col duce, e anzi ebbe contatti  con la Resistenza. Ma il suo nome era troppo legato al fascismo e il  22  aprile 1945, poche decine di minuti dopo l’arrivo degli alleati, un commando  partigiano  lo  giustiziava.  Queste  pagine  ne  ripercorrono la
biografia, di cui restituiscono le molteplici ombre. Brunella  Dalla  Casa  ha diretto l’Istituto per la storia della Resistenza nella  provincia di Bologna. Con il Mulino ha pubblicato Attentato al duce. Le  molte  storie  del caso Zamboni (2001) e ha curato Malacappa. Diario di una ragazza 1943-1945 (2004) di Giancarla Arpinati. Ingresso gratuito.

TEATRO

ore  21.30  Parco  della  Zucca  – Giardino della Memoria, Via di Saliceto, 3/22, The Plot Is The Revolution – Motus. Uno  straordinario  contest:  a confronto Motus e Judith Malina, fondatrice del Living Theatre “Agli  spettatori  di  Paradise  Now, spettacolo del Living Theatre, venivadata   una  mappa  che  rappresentava  il  viaggio  ascensionale  verso  la Rivoluzione  Permanente.  Ai  piedi  della mappa si leggeva The Plot is the Revolution  ossia  la  trama  è  la  rivoluzione.  Era il 1968, e il Living Theatre credeva che, usciti dal teatro, la rivoluzione fosse possibile. Nel  2011  abbiamo  incontrato  Judith Malina a New York: è nato un dialogo fiammeggiante,  e  abbiamo deciso di tentare un’esperienza comune, sospinti dall’esplosione di interrogativi che affollano la parola “rivoluzione”, sia a  livello  intimo  e  personale,  sia  in  una  prospettiva  più  ampia  e “politica”. Abbiamo  dato vita a questo “incontro fra due Antigoni” per condividere con gli  spettatori un esperimento: non uno spettacolo ma un confronto/contest,
un  dialogo  fra  generazioni,  esperienze,  voci  e  fisicità  diverse  ma possentemente  vicine,  unite  dal  suono della fiamma che induce a credere ancora nel teatro come possibilità d’azione. Domande   da   rivolgere  a  una  donna  straordinaria  che  è  riuscita  a rivoluzionare  ogni  attimo  della  propria  esistenza privata e artistica. Domande  proiettate  nel  tempo  presente e inevitabilmente verso un futuro
prossimo  venturo.  Domande che abbiamo provocato e accolto anche fra tanti compagni  di  viaggio:  artisti, critici e spettatori che partecipano a The Plot  is the Revolution con le registrazioni audio delle loro riflessioni e interrogazioni”. (Motus) Evento    eccezionale   realizzato   grazie   al   sostegno   di   Festival
Santarcangelo41;   l’evento   di  Bologna  è  reso  possibile  grazie  alla collaborazione di Fondazione Morra, Napoli e di Cristina Valenti. Lo  spettacolo  fa parte della rassegna Dei teatri della memoria, curata da Cristina Valenti. Uno spettacolo di Enrico Casagrande e Daniela Nicolò, con Silvia Calderoni, Judith  Malina  (The  Living  Theatre,  NY)  e  la partecipazione di Thomas Walker,  Brad  Burgess | spazio scenico Enrico Casagrande, Daniela Nicolò | una produzione Motus. Ingresso gratuito.

CINEMA

Sotto le stelle del cinema ore 22 Piazza Maggiore proiezione di Bellas Mariposas, di Salvatore Mereu (Italia/2012, 100′).  Introduce  Salvatore Mereu. Le belle farfalle sono Cate e Luna, adolescenti che  sbocciano e sfidano destini segnati e amano e nuotano in una periferia cagliaritana  usurata e incolore,  liquidazione insolitamente ferma di ogni iconografia  turistica  o  arcaico-agreste.  Tratto  dal romanzo postumo di Sergio Atzeni, pubblicato nel 1996, condivide qualcosa, quanto a personaggi e sfondi, con il recente bestseller Acciaio di Silvia Avallone. Prodotto  da  Gianluca  Arcopinto  e  presentato a Venezia 2012, il film di Salvatore Mereu ha avuto un’accoglienza entusiasta in Sardegna ma ha dovuto poi  affidarsi  a  una distribuzione nazionale ‘autarchica’. La Cineteca di Bologna  lo  presenta  in  un ‘doppio programma’ dedicato al miglior cinema indipendente  italiano,  nella  convinzione che si tratti, come molti hanno scritto,  di  una delle “più belle sorprese” dell’anno. Big Screen Award al Festival di Rotterdam 2013. In  caso  di  maltempo,  le  proiezioni  di  Sotto  le stelle del Cinema si sposteranno da Piazza Maggiore al Cinema Lumière.

ore 21.45 Arena Puccini – via Sebastiano Serlio 25/2 Un giorno devi andare, di Giorgio Diritti
con Jasmine Trinca, Anne Alvaro, Sonia Gessner (Italia-Francia/2013, 110’). Sarà presente il regista Giorgio Diritti.  Biglietto intero: 6 €; Biglietto ridotto: 4,50 € Puccini Card.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61