Studio Croma animation è uno studio di animazione specializzato nella produzione di opere cinematografiche e contenuti audio video per la pubblicità e il web realizzate con la tecnica della stop-motion. Questa tecnica viene realizzata mediante una serie di scatti fotografici che messi in successione conferiscono anima e movimento ad oggetti o marionette inanimati. Il processo creativo che contraddistingue i suoi prodotti è caratterizzato dal perfetto mix tra tecniche di costruzione artigianali, tecnologia e lavorazioni digitali.

L’animazione stop motion dello Studio Croma

Dopo anni di esperienza e a fronte delle numerose produzioni cinematografiche, delle importanti collaborazioni e dell’alto livello di esecuzione confermato dai premi riconosciuti, lo Studio Croma animation si struttura come società costituita da Arianna Gheller CEO (puppet maker, animatrice, post-producer) e Matteo Burani (character designer, puppet fabricator, regista e sceneggiatore).

Sono proprio loro a raccontarci il grande mondo dell’animazione stop motion con l’entusiasmo di chi ha reso la propria passione la strada della propria vita, come spiega Matteo Burani infatti «la nostra realtà nasce nel lontano 2010 da una cantina bolognese, era un collettivo composto da quattro ragazzi conosciuti al Liceo Artistico, con la passione dell’animazione stop motion. Nel 2014 abbiamo fatto il nostro primo cortometraggio, La Valigia, per poi iniziare a lavorare con contatti Rai, insegnamento e varie esperienze che ci hanno formato. Lo studio ha avuto un boost importante, per reagire in maniera sostanziosa alla quarantena: abbiamo deciso di rompere il collettivo per aprire una società».

L’ esperienza decennale dello studio nel settore e la cura del dettaglio ricercata dalla sua crew hanno fatto sì che Studio Croma si guadagnasse un posto d’onore tra gli esperti del settore su piano nazionale ed internazionale. Grande competenza che si evince dalle parole di Arianna Gheller mentre parla delle struttura del lavoro dell’animatore «si possono dividere le tecniche di animazione in 2D e 3D, tra analogiche e digitali. La stop motion si può collocare precisamente nella sezione 3D analogiche, unica esistente in questo specifico settore» a cui Burani aggiunge «uniamo perfettamente in un mix ben equilibrato l’artigianato e la tecnologia, perché costruiamo tutto a mano nel nostro studio con tipi di materiali diversi come legno, stoffe, metalli però uniamo tutto questo ad una bella dose di tecnologia, in quanto utilizziamo software aggiornati, atrezzature come slider, computer e macchine fotografiche e obbiettivi. Se ti piace lavorare manualmente ma allo stesso tempo sei appassionato al cinema, la stop motion è quello che fa per te».

L’impegno e il lavoro di questi anni hanno portato allo Studio Croma non pochi riconoscimenti, sia in Italia come Nastri d’argento e David di Donatello, ma anche internazionali come la speciale nomination Industry excellence award al Manchester Animation Festival e il winning award allo Stop Motion Mexico. Adesso con la costituzione della società, lo Studio Croma vuole inaugurare un nuovo capitolo della sua storia e desidera farlo con Playing God, un progetto in produzione da 4 anni, di forte respiro internazionale ed europeo, per il quale hanno lanciato una raccolta fondi di cui sicuramente sentiremo ancora parlare.

ASCOLTA L’INTERVISTA A MATTEO BURANI E ARIANNA GHELLER:

Articolo precedenteGreen Pass sul lavoro, i numeri dei lavoratori non vaccinati
Articolo successivoSalvare la storia, la diciottesima edizione della festa dell’Alma Mater