Durante il 2020 sono state numerose le novità che gli italiani hanno dovuto accettare, alcune delle quali molto negative. Di contro, tante famiglie sono riuscite a trovare soluzioni adatte al nuovo contesto, rispettando i limiti imposti dal Governo: è il caso del cicloturismo, che ha rimpiazzato a tutti gli effetti il turismo tradizionale al quale eravamo abituati.

Già dallo scorso anno, infatti, moltissimi italiani hanno iniziato a viaggiare in sella alla propria bici, scoprendo attrazioni della Penisola che venivano troppo spesso messe in secondo piano rispetto a quelle estere e avendo l’occasione di apprezzare così delle zone anche poco note. Lo dicono i numeri, secondo i quali il cicloturismo ha avuto un incremento del 26%; tra le ciclovie più apprezzate in assoluto dai cicloturisti troviamo quella del Garda, l’Adriatica, la Tirrenica e quella dell’Acquedotto Pugliese.

Come organizzare una vacanza di questo tipo?

Per prima cosa sarà necessario scegliere la bici che più si adatta al percorso che si ha in programma di fare. Ci sono infatti diverse opzioni a disposizione, tutto dipenderà dall’itinerario pianificato: se questo si svilupperà esclusivamente su strada, la soluzione migliore è senz’altro un modello da corsa performante come le biciclette Bianchi acquistabili sul negozio di ciclismo Bikester.it ad esempio, mentre per percorsi che comprendono tratti fuoristrada è consigliabile optare per una mountain bike (che sull’asfalto risulta invece più lenta). Bisogna poi fare attenzione alla sella e alla misura del telaio, per assicurarsi una certa comodità di seduta durante la pedalata; occhio anche alla tipologia e allo spessore degli pneumatici, preferibilmente antiforatura e tra i 35 e i 40 mm. Infine, è bene dotarsi di portapacchi o di borse apposite che possono essere montate direttamente sul telaio.
Da non sottovalutare anche la scelta degli hotel nei quali pernottare, che dovranno avere a disposizione un parcheggio apposito per le biciclette, onde evitare problemi di ogni tipo. Inoltre può essere utile sapere che esistono portali ad hoc sui quali acquistare dei tour in bici da fare in una delle regioni italiane, un’idea ottima soprattutto per i mesi più caldi: un esempio è il tour della Puglia proposto da Girolibero.it, per una vacanza insolita e all’insegna dello sport.

Suggerimenti utili per chi è alle prime armi 
Prima di partire per un viaggio di questo tipo occorre prepararsi bene, poiché diventa necessario essere in forma per affrontare diversi chilometri in bici. Per quanto concerne il training, si consiglia in primo luogo di organizzare con largo anticipo delle sessioni in bici quotidiane, per capire i propri limiti e migliorare gradualmente col tempo. L’obiettivo è raggiungere un discreto stato di forma, che permetta di godersi la vacanza al top della condizione fisica e senza imprevisti. Per non correre rischi di alcun tipo sarebbe l’ideale farsi affiancare da un personal trainer tramite consulenze prenotabili online su siti come Shapeme.it, per esempio. Attenzione anche a tavola, specialmente prima degli allenamenti: mai appesantirsi troppo e mai uscire a digiuno, avendo cura sempre di portare con sé degli snack sani come le barrette energetiche o della frutta secca.

Articolo precedenteOggi il primo sciopero Amazon di tutta la filiera: non ordinate online
Articolo successivoTra teatro e carcere: un evento per celebrare la Giornata Mondiale del Teatro