Quattro i voti di fiducia chiesti dall’esecutivo per altrettanti punti della riforma. La Cgil sciopera due ore oggi e due domani. Gruppi: “Le aziende non pensino di poterla applicare senza ostacoli”.

Il Governo ha posto la fiducia sui 4 articoli della riforma del mercato del lavoro, con l’obiettivo di incassare il via libera definitivo della Camera entro domani, per poter presentarsi al Consiglio europeo di giovedì con il testo approvato. I voti di fiducia, quindi, saranno quattro su altrettante parti in cui è stato suddiviso il Ddl licenziato dal Senato. Il primo è previsto per questo pomeriggio intorno alle 18, gli altri tre dovrebbero svolgersi entro domani pomeriggio, mentre le dichiarazioni di voto finale inizieranno sempre domani a partire dalle 17, per passare all’approvazione definitiva del disegno di legge attesa in tardo pomeriggio. La Cgil ha proclamato 4 ore di sciopero, due oggi e due domani, con un presidio a Montecitorio.

Il segretario della Cgil di Bologna Danilo Gruppi interviene ai nostri microfoni per lanciare un monito ad aziende e governo: “Non pensino di trovare la strada spianata. Cominceremo a batterci da un minuto dopo l’approvazione della riforma”.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61