Salute e benessere rappresentano un interesse vitale per ogni individuo, famiglia e comunità. Numerosi studi scientifici hanno dimostrato l’importanza della prevenzione e della promozione della salute ai fini di ridurre il tasso di mortalità e l’incidenza delle malattie. Specialmente ai tempi del Covid-19 la salute non può essere considerata unicamente come un bene essenziale alla nostra esistenza (in quanto singolo individuo), anzi essa dev’essere considerata in funzione di tutelare non solo noi stessi ma anche gli altri, in senso sociale.

Da quando il numero dei contagi è tornato a salire vertiginosamente la maggior parte degli italiani hanno rimandato, o addirittura annullato, le visite di controllo e specialistiche ritenute come non strettamente necessarie. Questo effetto domino è legato soprattutto alla paura di frequentare gli ambienti sanitari.

Con questo articolo vogliamo ribadire l’importanza della prevenzione e andremo a parlare di un esame estremamente importante, essendo uno degli strumenti diagnostici principali: l’ecografia.

L’importanza dell’ecografia

L’ecografia è un esame diagnostico che utilizza gli ultrasuoni per ottenere immagini degli organi interni del corpo. E’ uno degli strumenti più utilizzati nei più svariati ambiti clinici, in quanto considerato esame di primo livello, cioè il primo a cui viene sottoposto un individuo nel sospetto di una qualche patologia.

Non è assolutamente un esame di tipo invasivo, poiché l’ecografia non utilizza radiazioni ionizzanti, infatti è totalmente innocuo ed è anche consigliato per monitorare il feto delle donne in gravidanza.

L’utilità è diversa e in molti campi della medicina, ad esempio per la prevenzione e la diagnosi dei tumori, per indagare su ogni possibile degenerazione dei tessuti e organi. Inoltre l’ecografia viene utilizzata per indagare sullo stato di tendini e muscoli, quindi al fine di identificare infiammazioni o degenerazioni di tendini o lesioni muscolari.

I vantaggi dell’ecografia

Rispetto ad altre metodiche i principali vantaggi dell’ecografia sono:

Innocuità: uno degli aspetti più importanti, poiché gli ultrasuoni non sono dannosi per i tessuti biologici. Di conseguenza è possibile ripeterlo più volte, valutando come un determinato quadro patologico possa cambiare nel tempo.

Tollerabilità: essendo un esame di tipo non invasivo (nella maggior parte dei casi), non dà nessun tipo di fastidio ed è privo di effetti collaterali.

Rapidità di esecuzione: può essere effettuato in breve tempo. Il segmento corporeo viene analizzato per un periodo di tempo che può andare dai 10 ai 25-30 minuti a seconda della risoluzione desiderata per i dati trasmessi sullo schermo.

Dove effettuare un’ecografia a Bologna

E’ fondamentale affidarsi nelle mani giuste e scegliere con cura una struttura adeguata alle nostre esigenze nella quale effettuare questo tipo di visite specialistiche.

Una delle strutture storiche a Bologna nella quale vengono eseguite visite mediche ecografiche è il Poliambulatorio Descovich Bologna, in attività da 60 anni. Il poliambulatorio costituisce un riferimento importante e crescente per i cittadini, caratterizzato dalla costante fidelizzazione dei pazienti che accedono alla struttura e dalla crescente capacità di risposta del Poliambulatorio alle esigenze e ai bisogni in primis della cittadinanza ma anche alle necessità programmatorie dell’Azienda Sanitaria Locale con la quale il Poliambulatorio è convenzionato. La struttura si caratterizza infatti per la possibilità di effettuare esami ecografici a domicilio, su richiesta.

Per citare Oscar Wilde «La salute è il primo dovere della vita». Al giorno d’oggi è sempre più semplice prenotare una visita medica, anche online attraverso un semplice click.

Articolo precedentePlay list Puntata n. 5 di Domenica 30 gennaio 2022
Articolo successivoGallery16: Omaggio a Vasco Rossi per il suo 70° compleanno