La stessa passione per il calcio che accomuna e divide un fratello e una sorella, infrangendo le barriere degli stereotipi di genere è ciò che racconta nel suo nuovo libro Girlz vs Boyz (edito da Einaudi Ragazzi) Elisa Guidelli, in arte Eliselle, autrice modenese che da anni si misura con differenti generi letterari, tra cui commedia, noir e romanzo storico.

Girlz vs Boyz: il nuovo libro di Elisa Guidelli per abbattere gli stereotipi di genere

Girlz vs Boyz narra la storia di Stella, una giovane adolescente, e di Frances, il fratello maggiore, che fin da piccola l’ha introdotta nel mondo del calcio. La ragazza si allena tenacemente, giocando in una squadra femminile della sua città, finché diventa la migliore bomber in circolazione. Nonostante la sua carriera diventi sempre più brillante, Stella si trova a dover lottare per portare avanti la sua passione, non solo contro Frances ma anche nei confronti del padre, il quale aveva sempre riservato la carriera calcistica per il figlio maschio, pensando che quella di Stella fosse una semplice “passione riflessa” dovuta all’ammirazione per il fratello.

L’autrice Elisa Guidelli afferma ai nostri microfoni di essersi ispirata alle storie di tantissime calciatrici e altre atlete che hanno fatto dello sport uno strumento per imporsi nella società, talvolta anche in ambienti sportivi considerati da sempre mero appannaggio degli uomini.

La scrittrice, che afferma che “in ogni libro finisce sempre un pezzettino dell’autore”, spiega di essersi identificata con le battaglie delle ragazze che ha intervistato e i pregiudizi che molte hanno dovuto subire nel corso della loro carriera, sentendo le loro lotte molto vicine a sé nonostante la distanza tra gli ambiti lavorativi.

È proprio questo il principale messaggio sotteso che l’autrice vuole diffondere, che solitamente emerge da sé e dal confronto con i lettori, in questo caso un mix tra giovanissimi e adulti: la necessità di smettere di imporre paletti e limiti o di alimentare pregiudizi a causa della diversità di genere.

Marta Baldi

ASCOLTA L’INTERVISTA A ELISA GUIDELLI:

Articolo precedenteNella riforma della PA l’ennesimo regalo a sanità privata e pensioni integrative
Articolo successivoSuner Festival: Ready to play