Dalle 19 in via Zamboni 38 la notte per il diritto all’abitare di Asia Usb e degli studenti universitari. Il bisogno di parlare e coordinare le alternative alla crisi.

Il 2 dicembre AS.I.A USB insieme agli abitanti resistenti ed al collettivo universitario SUM ERGO HABITO hanno occupato l’ex clinica odontoiatrica BERETTA, in via XXI aprile 1945.
Una risposta pratica allo sgombero avvenuto il 29 novembre dello stabile di Via Achillini, rimasto occupato per circa sei mesi.

“Il Beretta è uno dei simboli della situazione in cui versano gli immobili di patrimonio dello stato – scrive Asia in un cominicato –  Dalla riflessione sulla completa inadeguatezza delle istituzioni, compresa l’Alma Mater, che da molti anni ha smesso di investire sugli alloggi per studenti, nasce il bisogno di parlare e organizzarsi per potersi riappropriare di ciò che è nostro, che noi consideriamo Bene Comune, LA CASA!”.

Per questo motivo in via zamboni 38, in una delle aule del dipartimento di Filosofia, si darà vita a un’assemblea che ha come scopo quello di coordinare le esigenze riguardo la questione abitativa di lavoratori e studenti, entrambe due categorie duramente colpite dalla crisi.

Riqualificazione degli spazi in disuso o abbandonati e risposte reali per superare il momento difficile delle fasce più deboli della cittadinanza, creando organizzazione e risposte reali a quella che sempre più nella nostra città si caratterizza come un’emergenza.

Dopo l’assemblea verrà proiettata una video inchiesta sulla questione abitativa realizzata dal Pubblico Bene. A seguire cena etnica e Dj set.

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”